La distruzione di queste lattine di birra non c’entra con il boicottaggio contro il marchio Bud Light - Facta
TOP

La distruzione di queste lattine di birra non c’entra con il boicottaggio contro il marchio Bud Light

Il 15 aprile 2023 su Facebook è stato pubblicato un video in cui un rullo compressore, guidato da un uomo con una mascherina, schiaccia diverse confezioni di lattine contenenti una sostanza liquida. 

Il filmato è accompagnato da un commento, scritto dall’autore del post, in cui si afferma che  «In America, uno dei marchi di birra più famosi, Bud Light, viene boicottato dopo la pubblicità» con la donna trans Dylan Mulvaney. Il post inoltre continua sostenendo che «le vendite di birra» del marchio «hanno iniziato a precipitare e i bar segnalano un calo della domanda del 50-70%».

Si tratta di un contenuto fuorviante, che veicola una notizia falsa.

Il video oggetto di analisi è reale, ma non mostra qualcosa legato al boicottaggio del marchio di birra statunitense Bud Light. Andiamo con ordine.

Lo scorso 1° aprile Dylan Mulvaney, donna trans, attrice e influencer che su TikTok ha documentato la propria transizione di genere, ha pubblicato sui propri canali social un video in cui sponsorizzava la birra Bud Light, marchio di proprietà della multinazionale statunitense Anheuser-Busch. Il video fa parte di un accordo di collaborazione tra Mulvaney e l’azienda. Questa partnership è stata criticata da ambienti conservatori statunitensi, che hanno lanciato una campagna di boicottaggio contro il marchio di birra.

Il filmato del rullo compressore che schiaccia lattine di birra, tuttavia, è stato pubblicato originariamente il 28 febbraio 2023 su TikTok dal giornalista messicano Yerson Martinez. Nella descrizione che accompagna il video si legge che la scena mostra la distruzione di 85 mila lattine e bottiglie di birra nello Stato di Bassa California, in Messico. Contattato dai fact-checker di Afp, Martinez ha dichiarato di aver registrato lui stesso il video e spiegato che la distruzione era legata a un sequestro di birra realizzato nel 2020 dalle autorità locali del comune di Mexicali. Il 28 febbraio 2023 diverse testate messicane hanno riportato la notizia della distruzione, su ordine delle autorità, della birra sequestrata due anni prima a Mexicali. Quel giorno sui social sono stati pubblicati anche altri video che riprendono la scena in questione.

Precisiamo infine che la notizia secondo cui le vendite in generale della birra Bud Light avrebbero «iniziato a precipitare» dopo la collaborazione dell’azienda con Dylan Mulvaney è ad oggi priva di riscontri ufficiali. Il prossimo 4 maggio l’azienda Anheuser-Busch pubblicherà i risultati finanziari del primo trimestre, inclusi i ricavi.

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

×

Ciao!

Segnalaci il link di una notizia che non ti convince, la chat è attiva 24/7

× WhatsApp