Non è vero che una provincia canadese vieta ai non vaccinati di entrare negli alimentari - Facta
TOP

Non è vero che una provincia canadese vieta ai non vaccinati di entrare negli alimentari

L’8 dicembre 2021 su Facebook è stato pubblicato un post in cui si afferma che la provincia canadese del New Brunswick avrebbe «imposto nuovi regolamenti per vietare i non vaccinati dai negozi di alimentari». Secondo il post le persone sarebbero «tenute a mostrare in pubblico la prova della vaccinazione completa» e il venir meno a questa richiesta comporterebbe «il divieto per i cittadini di entrare nei negozi di alimentari per acquistare cibo». Nel post viene linkata come fonte della notizia un articolo pubblicato il 7 dicembre dal sito Gateway pundit

Si tratta di un contenuto fuorviante, che veicola una notizia falsa. Andiamo con ordine.

Gateway Pundit è un sito definito da NewsGuard di estrema destra e che pubblica contenuti falsi e fuorvianti. Già in passato su Facta ci siamo occupati di un altro caso di disinformazione diffuso dal sito.

Passiamo ora alle informazioni presentate in maniera fuorviante nel post oggetto di verifica. La provincia canadese del New Brunswick ha approvato un piano invernale anti-Covid, entrato in vigore il 4 dicembre scorso e composto da tre livelli, che prevede per le attività commerciali e i negozi di vendita al dettaglio di garantire al proprio interno un distanziamento minimo di due metri. La norma prevede anche che le attività che non vendono generi alimentari possono richiedere ai clienti una prova della vaccinazione completa effettuata. I negozi di alimentari non sono tenuti a chiedere la prova della vaccinazione ai propri clienti.

Contattata dai colleghi di Reuters, Bruce Macfarlane – direttore delle comunicazioni per il Dipartimento della salute del Canada – ha spiegato che il piano invernale anti-Covid della provincia del New Brunswick  «limita le attività di vendita al dettaglio, inclusi centri commerciali e negozi di alimentari, a due opzioni: garantire una distanza di due metri tra gli avventori o richiedere la prova della vaccinazione di tutti gli avventori di età pari o superiore a 12 anni». Macfarlane ha proseguito affermando che «il governo del New Brunswick ha parlato con i droghieri di tutta la provincia e la maggior parte ha dichiarato che utilizzeranno le misure di distanziamento previste al posto della prova dei requisiti di vaccinazione».

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp