Questo video non mostra le fosse per i soldati russi «morti in Ucraina», è del 2021 - Facta
TOP

Questo video non mostra le fosse per i soldati russi «morti in Ucraina», è del 2021

Il 5 marzo 2022 su Facebook è stato pubblicato un video girato da un’auto in movimento, all’interno di quello che sembra un cimitero, in cui si vedono numerose fosse vuote. Le immagini sono accompagnate da questo commento, scritto da chi ha pubblicato il post su Facebook: «Nel frattempo i russi stanno preparando le buche per i suoi soldati morti in Ucraina! Non era meglio se non venivano ad uccidere gli ucraini forse così avrebbero risparmiato il dolore a tutti».

Si tratta di un contenuto fuorviante, che veicola una notizia falsa.

Il video oggetto di analisi è reale, ma non è stato girato nel 2022 e non ha alcun legame con l’attuale guerra in Ucraina, iniziata dopo l’invasione militare russa del Paese.

La clip è stata originariamente pubblicata su Youtube il 9 ottobre 2021 e mostra una scena ripresa all’interno del cimitero di Chernorechenskoye Kladbishche nella città di Surgut, nella Siberia occidentale (Russia). All’epoca le autorità di Surgut avevano spiegato ai media locali (qui, qui, qui e qui) che prima dell’inverno ogni anno vengono scavate circa 600 fosse perché poi con l’arrivo delle basse temperature e del gelo sarebbe estremamente difficile farlo. 

Come hanno verificato diversi siti di fact-checking (qui e qui), lo scorso 7 marzo il sindaco di Surgut, Andrey Filatov, ha pubblicato un post su Instagram (il post non è più visibile dopo che il social network è stato bloccato in Russia) per smentire la notizia secondo cui il video si riferiva a fosse scavate per i militari russi morti in Ucraina. Nel suo post Filatov confermava che il video era del 2021 e che a causa delle condizioni climatiche «tutti i lavori di questa specifica natura vengono eseguiti in anticipo» rispetto all’arrivo dell’inverno.  

Clicca qui per iscriverti alla newsletter di Facta
Ogni sabato mattina riceverai il meglio del nostro lavoro
 

Ti è piaciuto l'articolo?

Comments (2)

  • Giacomo

    Una domanda. Chi vi finanzia?

    reply
    • Facta

      Buongiorno, puoi trovare tutte le informazioni nella sezione chi siamo del nostro sito

      reply

Lascia un commento

× WhatsApp