Jane Goodall non ha detto che tutti i problemi «sarebbero risolti se la popolazione mondiale fosse ridotta del 90 per cento» - Facta
TOP

Jane Goodall non ha detto che tutti i problemi «sarebbero risolti se la popolazione mondiale fosse ridotta del 90 per cento»

Il 26 agosto 2022 su Facebook è stato pubblicato un post in cui si legge che la «celebre primatologa» Jane Goodall avrebbe suggerito «che tutti i nostri problemi sarebbero risolti se la popolazione mondiale fosse ridotta del 90%». Il testo continua domandandosi in modo critico perché «nessuna di queste persone si attiene alle loro presunte ideologie e si suicida sul palco davanti al mondo intero per dare il buon esempio?».

Il post è accompagnato da un video della durata di 16 secondi in cui si vede la primatologa britannica Jane Goodall affermare, durante un evento del World economic forum (Wef): «Non possiamo nasconderci dal fatto che la crescita della popolazione è causa di molti altri problemi. Tutte cose che noi di cui ho parlato non sarebbe un problema se la popolazione di oggi fosse la stessa di 500 anni fa».

Si tratta di un contenuto fuorviante, che veicola una notizia falsa. 

Il filmato oggetto di analisi è reale, ma nel suo intervento Jane Goodall non hai mai sostenuto una riduzione della popolazione mondiale del 90 per cento per risolvere «tutti i nostri problemi». 

La clip di 16 secondi è stata estrapolata da un intervento che la scienziata ha tenuto in occasione di una tavola rotonda del 22 gennaio 2020 intitolata «Garantire un futuro sostenibile per l’Amazzonia», durante l’annuale incontro del Wef a Davos, in Svizzera. Come hanno verificato diversi siti di fact-checking (qui, qui, qui e qui), nel corso dell’intera durata della tavola rotonda (poco più di 40 minuti), Jane Goodall non ha mai suggerito di ridurre la popolazione mondiale del 90 per cento. 

Nel suo discorso, la primatologa ha invece parlato (qui al minuto 29:10) di «preservare le foreste esistenti e ripristinare le aree in cui la foresta ha cominciato a scomparire», di «piantare alberi a causa della crisi climatica che stiamo vivendo» e ha poi elencato diverse sfide che l’essere umano deve affrontare: la povertà, gli stili di vita insostenibili per l’ambiente, la corruzione e infine l’aumento incontrollato della popolazione mondiale. In questo contesto Goodall ha pronunciato (qui al minuto 31:35) la frase estrapolata nel video oggetto di analisi. Proprio riguardo alla questione dell’aumento della popolazione mondiale, nel corso della tavola rotonda, la primatologa ha elencato (qui al minuto 11:53) varie modalità per limitarne la crescita, come lo sviluppo di centri di pianificazione familiare nelle aree del pianeta poco abitate.

Goodall, dunque, nel suo intervento si riferiva alla crescita incontrollata della popolazione umana collegandola alla sostenibilità e alla protezione dell’ambiente del pianeta. Già nel 2019, in un’intervista pubblicata su Le Monde, la scienziata aveva sostenuto che se si aveva a cuore il proprio futuro era «imperativo ridurre il tasso di crescita della popolazione. È del tutto assurdo pensare che ci possa essere crescita economica illimitata in un mondo con risorse naturali limitate».

Se hai bisogno di aiuto, puoi chiamare il

Telefono Amico Italia allo 02 2327 2327: è disponibile tutti i giorni, 24 ore su 24. Oppure puoi scrivergli su WhatsApp al 345 036 16 28, tutti i giorni dalle ore 18 alle 21.

Puoi anche contattare l’associazione Samaritans

allo 06 77208977, tutti i giorni dalle ore 13 alle ore 22, o al numero verde 800 86 00 22.

Se ti senti in una situazione di emergenza, puoi chiamare il 112

Clicca qui per iscriverti alla newsletter gratuita di Facta
Ogni sabato mattina riceverai il meglio del nostro lavoro 
 

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp