TOP

L’invito a non recarsi a Villa Pamphilj e nel quartiere Monteverde di Roma a causa della Covid-19 è falso

Aiutaci a migliorare Facta!
Partecipa al nostro breve sondaggio (servono 5 minuti), del tutto anonimo.
Potremo conoscere meglio il nostro pubblico, migliorare quello che facciamo e come lo facciamo.
CLICCA QUI PER INIZIARE

Il 26 giugno su Facebook è stata pubblicata un’immagine che mostra un testo. Si legge che sarebbe meglio «non andare a Villa Pamphili e girare per Monteverde» perché ci sarebbero «tanti casi di Covid partiti dalle suore di San Pancrazio che hanno trasmesso ai bambini che hanno trasmesso ai genitori e così via». Nello stesso messaggio si legge anche che «l’Upim di Piazza Dunant» sarebbe stata chiusa «perché i dipendenti stanno in quarantena».

Questa informazione non trova riscontro in nessuna testata nazionale e locale e in nessun comunicato delle autorità competenti. Si tratta quindi di una notizia frutto di fantasia.

Immagine pubblicata su Facebook il 26 giugno – Notizia falsa

Venerdì 26 giugno 2020 l’Asl Roma 3 ha smentito ufficialmente la questione, scrivendo sul proprio profilo Facebook ufficiale che «non corrisponde al vero la notizia che sta girando sui social relativa allo stato di pericolosità ed allerta delle zone di Villa Pamphili e Monteverde».

Riguardo poi alla situazione presso l’istituto religioso di piazza San Pancrazio a Roma, il 22 giugno scorso erano stati riscontrati dalle autorità 4 casi di nuovo coronavirus Sars-Cov-2. Lo stesso giorno l’istituto è stato messo sotto sorveglianza sanitaria. Secondo l’ultimo bollettino (28 giugno 2020) della Regione Lazio non si registrano nuovi casi di persone positive alla Covid-19 e collegabili all’istituto religioso di piazza San Pancrazio.

Infine, per quanto riguarda l’Upim di piazzale Dunant (e non piazza), il punto vendita è rimasto chiuso il 21 giugno scorso per problemi tecnici che non c’entrano nulla con la Covid-19, come spiegato dagli stessi dipendenti.

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp