Non è vero che uno degli assalitori del Campidoglio aveva un tatuaggio con «falce e martello» - Facta
TOP

Non è vero che uno degli assalitori del Campidoglio aveva un tatuaggio con «falce e martello»

Il 6 gennaio 2020 su Twitter è stata pubblicata la foto di un sostenitore del presidente uscente Donald Trump, parte del gruppo che nel pomeriggio americano del 6 gennaio ha fatto irruzione nel Campidoglio. Lo scatto si concentra in particolare sul dorso della mano sinistra dell’uomo, recante un tatuaggio che l’autore del tweet sottolinea con il colore rosso, ed è accompagnata da un commento che recita: «Spuntano tatuaggi strani come Falce e Martello… era tutto programmato per dare il Colpo di Grazia a Trump».

L’immagine oggetto della nostra verifica, con il particolare del tatuaggio evidenziato dall’autore del tweet

Si tratta di una notizia falsa, dal momento che il tatuaggio in questione non ha nulla a che fare con il simbolo storico del Partito Comunista.

Com’è possibile verificare attraverso una ricerca inversa per immagini, il tatuaggio mostra in realtà un simbolo tratto dal videogame pubblicato nel 2012 Dishonored e più nello specifico una runa – carattere grafico dell’alfabeto germanico – che compare sul dorso della mano di Daud, uno dei protagonisti del gioco. 

L’oggetto della nostra verifica non è dunque una «falce e martello» come riportato nel tweet, ma una runa di Daud e i due simboli sono graficamente differenti.

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp