La direttrice dei Cdc statunitensi non ha ammesso che i vaccini Covid «stanno fallendo» - Facta
TOP

La direttrice dei Cdc statunitensi non ha ammesso che i vaccini Covid «stanno fallendo»

Il 30 luglio 2021 su Facebook è stato pubblicato un post in cui si legge che la direttrice del Centers for disease control (Cdc) statunitensi Rochelle Walensky avrebbe ammesso che i vaccini anti-Covid «stanno fallendo».

Si tratta di una notizia che non trova riscontro in nessuna testata nazionale e internazionale e in nessun comunicato dei Cdc e di Walensky. Andiamo con ordine.

La falsa notizia è stata pubblicata originariamente il 29 luglio 2021 da Natural News, definito da NewsGuard come un sito che «viola gravemente standard di base di credibilità e trasparenza». Diversi siti di fact-checking hanno contrassegnato gli articoli di Natural News come falsi.

Passiamo al contenuto del post oggetto di verifica. Lo scorso 27 luglio i Cdc hanno aggiornato le linee guida per le persone completamente vaccinate. Nel documento si legge che i vaccini approvati contro la Covid-19 sono sicuri ed efficaci nel prevenire la malattia, comprese le forme gravi e la morte, anche nei confronti delle varianti del virus, inclusa la delta. I Cdc hanno inoltre precisato che «le infezioni si verificano solo in una piccola percentuale di persone che sono completamente vaccinate, anche con la variante delta. Quando queste infezioni si verificano tra le persone vaccinate, tendono ad essere lievi». Per questo motivo, si legge ancora, «se sei completamente vaccinato e vieni infettato dalla variante delta, puoi diffondere il virus ad altri». 

Ecco perché i Cdc raccomandano alle persone completamente vaccinate di indossare nuovamente la mascherina negli spazi chiusi accessibili al pubblico nei territori con un’alta trasmissione del virus. Il 29 luglio la direttrice dei Cdc ha spiegato che l’aggiornamento di queste linee guida è dovuto a nuovi dati disponibili che mostrano che l’infezione da variante delta ha provocato cariche virali di Sars-CoV-2 elevate sia nelle persone vaccinate che in quelle non vaccinate. «Elevate cariche virali suggeriscono – continua il comunicato di Walensky – un rischio maggiore di trasmissione del virus e sollevano la preoccupazione che, a differenza di altre varianti, le persone vaccinate infette con la variante delta possano trasmettere il virus». 

Questo però non significa che Walensky abbia ammesso che i vaccini «stanno fallendo», come erroneamente sostenuto nel post oggetto di verifica. Contattato dai colleghi di Reuters Kristen Nordlund, portavoce dei Cdc, ha spiegato che i nuovi dati sulla variante delta non cambiano ciò che si sa sui vaccini e cioè che funzionano.

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

×

Ciao!

Segnalaci il link di una notizia che non ti convince, la chat è attiva 24/7

× WhatsApp