Quello del 2022 non è stato il 17° giugno più caldo dal 1990 a oggi, ma il terzo - Facta
TOP

Quello del 2022 non è stato il 17° giugno più caldo dal 1990 a oggi, ma il terzo

Il 12 luglio 2022 la redazione di Facta ha ricevuto una segnalazione che chiedeva di verificare le informazioni riportate in un post che recita: «A proposito del lavaggio del cervello ininterrotto che si fa alla popolazione di origine ovina, sabato 9 luglio nel TG5 delle 13:00 è stato detto che Giugno 2022 è il “secondo mese di giugno più caldo di sempre!”. Contavo di allegare al post il diagramma delle temperature nei mesi di Giugno dall’anno 1772 a quest’anno, ma mi sono reso conto subito che avrei perso inutilmente troppo tempo. Infatti è stato sufficiente tornare indietro all’anno 1990 per trovare 16 mesi di Giugno più caldi dell’ultimo».

Secondo l’autore del post, a livello globale il mese di giugno 2022 avrebbe raggiunto una temperatura media di 14,9°C, superata anche da quella raggiunta nel giugno 2020 (15,3°C) e nel giugno 2021 (15,5°C). Il post è accompagnato da un grafico che l’autore del post descrive come un «diagramma tratto dai soliti dati sulle temperature globali della Terra certificati dal Governo inglese».

Si tratta di una notizia falsa.

Innanzitutto, l’edizione delle 13 del TG5 andato in onda il 9 luglio 2022 è disponibile a questo link e non contiene alcun riferimento a giugno 2022 come il «secondo mese di giugno più caldo di sempre». Quanto ai «dati sulle temperature globali della Terra certificati dal Governo inglese», questi sono raccolti dall’ufficio meteorologico del Regno Unito in collaborazione con l’università di East Anglia e aggregati in un dataset chiamato HadCRUT. Mentre scriviamo, alla data del 12 luglio 2022, il dataset è aggiornato a maggio 2022 e non contiene dunque le temperature medie globali del mese di giugno 2022. 

I dati più affidabili a nostra disposizione sono quelli raccolti dal Copernicus Climate Change Service (C3S), servizio implementato dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (Ecmwf) per conto della Commissione europea. 

Secondo le rilevazioni di C3S, le temperature dell’aria superficiale registrate a giugno 2022 sono state di o,32°C superiori alla media globale del periodo 1991-2020, dato che rende quello del 2022 il terzo giugno più caldo al mondo tra quelli rilevati (dopo quelli del 2019 e del 2020) e il secondo più caldo in Europa (più freddo solo del giugno 2019). 

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp