Il National Institute of Health non ha inserito l’ivermectina come «farmaco in valutazione» per il trattamento della Covid-19 - Facta
TOP

Il National Institute of Health non ha inserito l’ivermectina come «farmaco in valutazione» per il trattamento della Covid-19

Il 2 settembre 2022 è stato pubblicato un tweet in cui si affermava che l’Ivermectina, farmaco utilizzato nella cura dei parassiti intestinali, sarebbe comparsa improvvisamente «sul sito NIH per il trattamento del Covid. Dopo anni di negazione, blocco, interferenza, diffamazione, lo aggiungono silenziosamente al loro protocollo antivirale».

Il commento è accompagnato dallo screenshot del sito dell’Istituto nazionale della sanità americano (Nih), agenzia di ricerca medica degli Stati Uniti, in cui compare un riquadro sull’Ivermectina nella sezione dedicata alle linee guida per il trattamento della Covid-19.

Si tratta di una notizia falsa. Andiamo con ordine.

Nella pagina del Nih dedicata al trattamento della Covid-19 è realmente presente una sezione sull’Ivermectina, ma non è consigliata per il trattamento della malattia. Infatti, aprendo il link in cui vengono fornite più informazioni sul farmaco è possibile leggere che la U.S. Food and drug administration (Fda), ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, non l’ha approvato per il trattamento di alcuna infezione virale. In aggiunta, il gruppo di esperti del Nih raccomanda «di non utilizzare l’ivermectina per il trattamento del Covid-19, tranne che negli studi clinici».

Come spiegato dalla Fda, infatti, sono in corso degli studi clinici per valutare se questo antiparassitario potrebbe essere efficace per la prevenzione o il trattamento della Covid-19 nelle persone. Anche l’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa), sulla base dei dati disponibili, non sostiene l’uso della ivermectina per la cura dei sintomi da Covid-19, al di fuori di studi clinici ben progettati.

In secondo luogo, l’affermazione contenuta nel tweet in analisi secondo cui l’ivermectina sarebbe comparsa «improvvisamente» sul sito del Nih è falsa. Infatti è possibile verificare che la pagina dedicata al farmaco antiparassitario è stata aggiornata l’ultima volta il 29 aprile 2022. Inoltre, attraverso uno strumento di archiviazione sul web, si può osservare che la sezione era presente anche nel mese di giugno, luglio e agosto 2022.  

Anche i colleghi di Open si sono occupati di questo caso di disinformazione.

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp