Il dipartimento della Difesa statunitense non ha firmato un contratto per fare ricerca sulla Covid-19 in Ucraina prima della pandemia - Facta
TOP

Il dipartimento della Difesa statunitense non ha firmato un contratto per fare ricerca sulla Covid-19 in Ucraina prima della pandemia

Il 14 aprile è stato pubblicato su Facebook un post secondo cui «il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha emesso un contratto per la “ricerca sul Covid-19” in Ucraina tre mesi prima che si sapesse persino che il Covid esistesse». 

Il post è la traduzione in italiano di un articolo pubblicato originariamente su The Exposé, sito britannico classificato da NewsGuard come «generalmente inaffidabile», di cui ci siamo occupati in passato per numerosi contenuti di disinformazione sulla Covid-19 e i vaccini.

La notizia diffusa su Facebook è falsa, come hanno spiegato i nostri colleghi fact-checker di Usa Today

USAspending.org, il database sulle spese del governo federale degli Stati Uniti, mostra che a ottobre 2019 l’Agenzia per la riduzione delle minacce alla difesa (Dtra) del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (Dod) ha assegnato un appalto alla società di ingegneria statunitense Black & Veatch. Questo contratto è stato successivamente subappaltato il 12 novembre 2019 a Labyrinth Global Health, organizzazione internazionale di esperti sanitari.

Questo contratto, intitolato inizialmente “Contratto di manutenzione generale”, prevedeva la fornitura di attrezzature e momenti di formazione all’Ucraina al fine di migliorare le loro capacità di rilevamento e diagnosi per ridurre le minacce biologiche, ha spiegato Andrea Chaney, portavoce della Dtra, a Usa Today

Dopo l’inizio della pandemia di Covid-19, il contratto in questione è stato modificato e aggiornato ad aprile e a giugno 2020, per fornire ulteriore supporto all’Ucraina. Come ha confermato Chaney, la descrizione del contratto è aggiornata, ma viene mostrata solo la data di inserimento del contratto nel sistema.

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp