Questo video non mostra una messinscena in un ospedale a Gaza - Facta
TOP

Questo video non mostra una messinscena in un ospedale a Gaza

Il 12 novembre 2023 è stato pubblicato su Facebook il video (attenzione: contiene immagini disturbanti) di una scena che sembra ripresa all’interno di una struttura sanitaria. Nel filmato si vede una donna con un hijab (termine generico che indica il velo islamico) di colore nero, agitata vicino a un letto dove si trova un ragazzo con una fascia in testa. Altri uomini presenti sembrano voler rassicurare la donna, mentre pronunciano parole in una lingua straniera. Uno di loro toglie anche la fascia dalla testa del ragazzo, facendo segno alla donna di guardare.

Il video è accompagnato da un testo, scritto dall’autore del post, che recita: «Una madre palestinese vede immagini online che mostrano suo figlio ferito. Corre in ospedale e scopre che è tutto falso. Sta benissimo! “è tutto finto mamma” Si chiama Pallywood».

Il riferimento è alla teoria del complotto «Pallywood» diffusa da diversi account israeliani – tra i quali l’account ufficiale di Israele – secondo cui esisterebbe una sorta di Hollywood palestinese che produrrebbe contenuti di propaganda per conto di Hamas, il gruppo estremista palestinese che il 7 ottobre 2023 ha sferrato un duro attacco a Israele. 

Si tratta di un contenuto presentato in maniera fuorviante, che veicola una notizia falsa.

Come ha ricostruito il 13 novembre 2023 su X Shayan Sardarizadeh, giornalista investigativo della BBC specializzato nel contrasto della disinformazione online, il video è stato originariamente pubblicato in una storia su Instagram dal giornalista palestinese Mohmmed Awad. Sardarizadeh, riportando diverse immagini del filmato originario, spiega che nel video completo si vedeva il ragazzo con la testa e il volto visibilmente feriti portato in ospedale da un’ambulanza, mentre la donna con l’hijab nero guardava la scena con preoccupazione, consolata da altri. Una volta arrivato in ospedale, il ragazzo con la testa fasciata, insieme ad altri uomini intorno a lui, diceva alla donna lì presente di non preoccuparsi perché nonostante le ferite stava bene.

I fact-checker indiani di Boomlive hanno geolocalizzato il video e verificato che è stato registrato al Nasser Medical Center di Khan Younis, situato nella Striscia di Gaza. Inoltre, i colleghi di Boomlive hanno contattato anche Mohmmed Awad. Il giornalista ha confermato di aver girato il video e spiegato che il ragazzo mostrato, ferito da una scheggia alla testa, stava cercando di rassicurare sua madre (ovvero la donna con il hijab nero) circa le sue condizioni di salute. 

Infine, Taoufik Ben-Amor, docente di studi arabi alla Columbia University di New York, ha confermato all’Associated Press che gli uomini ripresi nel video stanno cercando di assicurare alla donna che le ferite non sono così gravi e che suo figlio starà bene.

Non è quindi vero che il video mostra una messinscena e che il ragazzo dice alla madre «è tutto finto», come affermato nel post oggetto di analisi.

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp