Questa esplosione non c’entra con la guerra in Ucraina, è avvenuta in Libano nel 2020 - Facta
TOP

Questa esplosione non c’entra con la guerra in Ucraina, è avvenuta in Libano nel 2020

Il 21 marzo 2022 la redazione di Facta ha ricevuto una segnalazione che chiedeva di verificare un video pubblicato l’8 marzo 2022 su TikTok. Il video oggetto della segnalazione dura in tutto 14 secondi e mostra una colonna di fumo levarsi in mezzo ad alcuni palazzi e automobili parcheggiate. Il fumo precede una fragorosa esplosione, che scaglia contro la telecamera numerosi detriti.

Il video è accompagnato da un testo in cui si legge: «la Russia a bombardato il serbatoio del gas in ucraina».

Il video oggetto della nostra verifica

Si tratta di un contenuto fuorviante, che veicola una notizia falsa.

Come si può verificare a questo link, il filmato mostra l’enorme esplosione avvenuta il 4 agosto 2020 nel porto di Beirut (Libano) che ha provocato in tutto 218 vittime. Secondo fonti investigative riportate da Reuters, la pista privilegiata dalle indagini riguardava la detonazione di una notevole quantità di nitrato d’ammonio, composto chimico utilizzato come fertilizzante in agricoltura, ma impiegato anche nella costruzione di armamenti. L’esplosione sarebbe stata innescata da lavori di saldatura in corso nella struttura che ospitava il materiale e sarebbe stata accidentale.

Le indagini sono state sospese il 12 ottobre 2021, dopo che alcuni politici libanesi convocati per un interrogatorio hanno denunciato l’investigatore capo, accusandolo di voler politicizzare l’inchiesta. Al tempo, l’esplosione fu al centro di numerosi contenuti di disinformazione, che la redazione di Facta aveva affrontato qui, qui, qui e qui.

Clicca qui per iscriverti alla newsletter di Facta
Ogni sabato mattina riceverai il meglio del nostro lavoro
 

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp