Questo non è un «cartone animato per bambini» andato in onda in Ucraina, ma un video satirico - Facta
TOP

Questo non è un «cartone animato per bambini» andato in onda in Ucraina, ma un video satirico

L’11 aprile 2022 la redazione di Facta ha ricevuto una segnalazione via WhatsApp che chiedeva di verificare le informazioni riportate in un post pubblicato l’8 aprile su Facebook. Il post contiene un filmato di circa 3 minuti che mostra alcune animazioni di volatili dipinti con i colori della bandiera ucraina mentre distruggono edifici, aerei e carri armati russi. 

In particolare, il video d’animazione mostra alcuni piccioni che distruggono il Cremlino (dal minuto 0:00), delle oche che sbucano da uova sulle quali è impressa la bandiera americana (dal minuto 0:46) e che grazie ad un microchip riescono a colpire la Russia con una pioggia di escrementi (dal minuto 1:09). Il filmato mostra inoltre alcuni volatili che si riproducono sulla Russia, generando dei piccoli cloni del politico nazionalista ucraino Stepan Bandera (dal minuto 1:14) e che distruggono aerei e carri armati in dotazione alle forze armate russe (dal minuto 1:46).

Il video è accompagnato da una canzone in lingua ucraina che ricorda la sigla di un cartone animato ed è stato pubblicato su Facebook insieme al testo: «Cartone animato per bambini Ucraino….». Un altro contenuto, pubblicato il 6 aprile 2022, descrive il video come un «cartone animato ucraino per bambini» e aggiunge: «cosa imparano le giovani generazioni: odiare i russi e credere che Bandera fosse un eroe. È un peccato. Sono totalmente contrario e non lo appoggio».

Si tratta di una notizia pubblicata senza il contesto necessario alla sua comprensione, che veicola una notizia falsa. 

Il video non ritrae un «cartone animato per bambini», ma un contenuto satirico realizzato dalla conduttrice televisiva ucraina ​​Lesia Nikitiuk e pubblicato il 25 marzo 2022 sulla sua pagina Instagram. Nikitiuk ha modificato le parole della canzone popolare ucraina Сіла птаха (Il potere dell’uccello) per ironizzare sulla propaganda di Stato russa, che in quei giorni aveva parlato di un «progetto statunitense nei biolaboratori ucraini» che sfruttava gli uccelli migratori per diffondere malattie infettive in Russia (ci eravamo già occupati di smentire l’esistenza di laboratori bio-militari americani in Ucraina qui e qui). 

Il video pubblicato da Nikitiuk ironizza insomma sull’accusa proveniente dalla Russia, esagerando il concetto fino a immaginare un vero e proprio esercito di volatili ucraini (nati da uova americane) pronti ad attaccare la Russia e a diffondere il “virus” del nazionalismo ucraino rappresentato da Stepan Bandera, più volte citato da Putin come capostipite delle infiltrazioni naziste in Ucraina. Non si tratta tuttavia di un «cartone animato per bambini» e non è stato pensato per essere mandato in onda dalla televisione ucraina.

Clicca qui per iscriverti alla newsletter di Facta
Ogni sabato mattina riceverai il meglio del nostro lavoro
 

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

×

Ciao!

Segnalaci il link di una notizia che non ti convince, la chat è attiva 24/7

× WhatsApp