Questa foto non mostra un esperto di esplosivi ucraino, ma un criminale americano - Facta
TOP

Questa foto non mostra un esperto di esplosivi ucraino, ma un criminale americano

Il 12 settembre 2022 è stato pubblicato un tweet in cui si vede la foto di un uomo accompagnata da un commento che recita: «Lui è Fëdor Kaczynskiev, esperto di esplosivi ucraino. Fu il primo a denunciare la presenza di armamenti americani nella sua nazione. Dichiarato scomparso a Odessa ad aprile. Affermò “l’ingresso ucraino nella NATO e le sue conseguenze saranno disastrose per la razza umana”».

Si tratta di un contenuto circolato senza il contesto necessario alla sua comprensione, che veicola una notizia falsa.

Prima di tutto è necessario sottolineare che non esiste alcuna notizia che parla della scomparsa di un certo «Fëdor Kaczynskiev», né di una denuncia fatta da una persona con questo nome sulla presenza di armamenti americani in Ucraina. 

Inoltre, la foto che accompagna il testo del tweet in analisi è stata scattata nel 1968 e mostra Theodore John Kaczynski, il criminale americano noto con il soprannome di “Unabomber”. Kaczynski è stato arrestato nel 1996 negli Stati Uniti e condannato all’ergastolo per aver inviato pacchi postali esplosivi a numerose persone, durante un periodo di quasi diciotto anni, provocando 3 morti e 23 feriti, parte di un delirante piano per realizzare – come scrisse nel celebre manifesto pubblicato poco tempo prima della sua cattura –  una rivoluzione contro il sistema industriale.

Il post, inoltre, cita un altro tweet in cui si vede la foto di un uomo accompagnata da questo commento: «Lui è Orest Vadymovych Panasenko, un biologo ukraino. Fu il primo a denunciare il legame tra Covid, nRNA e appalti dell’industria bellica. Dichiarato scomparso a Mariupol esattamente un anno fa. State unendo i puntini?».

Come avevamo già spiegato su Facta, la storia del presunto biologo ucraino Orest Vadymovych Panasenko è inventata. Infatti, si tratta di una notizia che non ha trovato riscontro in nessuna testata nazionale e internazionale ed è molto probabile che la foto dell’uomo sia in realtà un’immagine GAN, ovvero generata un’intelligenza artificiale.

Clicca qui per iscriverti alla newsletter gratuita di Facta
Ogni sabato mattina riceverai il meglio del nostro lavoro 
 

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp