Le affermazioni contenute nel video del microbiologo Sucharit Bhakdi sui vaccini sono false - Facta
TOP

Le affermazioni contenute nel video del microbiologo Sucharit Bhakdi sui vaccini sono false

Tra il 1° e il 3 maggio 2021 la redazione di Facta ha ricevuto più volte via social e WhatsApp la richiesta di verificare un video pubblicato su Facebook il 28 aprile 2021 dalla pagina «Salute e Alimentazione». È un estratto di un video pubblicato  il 15 aprile 2021 dal canale della rivista di destra radicale The New American sulla piattaforma video Rumble. Nel video una persona – identificata come Sucharit Bhakdi – argomenta che i vaccini contro la Covid-19 sarebbero inefficaci e pericolosi. Inefficaci, in quanto secondo Bhakdi gli anticorpi indotti dal vaccino non potrebbero mai arrivare ai polmoni, e quindi non potrebbero prevenire la malattia. Pericolosi perché, secondo Bhakdi, il vaccino indurrebbe la produzione di proteina Spike anche nei vasi sanguigni, provocando trombosi e reazioni autoimmuni: le reazioni al vaccino potrebbero infine, come sostenuto al minuto 12:38 del video, «decimare la popolazione mondiale».  

Secondo lo strumento di analisi dei social CrowdTangle, al 4 maggio 2021 il video a noi segnalato è stato condiviso oltre 53.000 volte e ha ricevuto più di un milione di visualizzazioni.  Si tratta però di affermazioni prive di fondamento scientifico. Andiamo con ordine. 

Sucharit Bhakdi è un microbiologo di origine thailandese, nato negli Stati Uniti ma naturalizzato tedesco ed è stato professore di microbiologia medica alle università tedesche di Giessen e Mainz. Nel 2020 Bhakdi ha iniziato a diffondere disinformazione sulla pandemia, pubblicando anche un libro intitolato «Corona: False Alarm?» (“Coronavirus: falso allarme?”) tanto che ad ottobre 2020 l’Università di Mainz ha ritenuto necessario prendere pubblicamente le distanze dalle sue affermazioni. Alla fine del 2020 Bhakdi ha ricevuto un premio satirico dalla Gwup (Società per l’investigazione scientifica delle pseudoscienze, l’equivalente dei Paesi di lingua tedesca del Cicap italiano) per le «peggiori sciocchezze antiscientifiche dell’anno» a causa della sua ripetuta disinformazione sul coronavirus. Tra le notizie false veicolate c’è l’aver affermato che non ci sarebbe stata una seconda ondata, il fatto che la popolazione sia immune «da tempo» e generale disinformazione sulle mascherine. 

Fatta chiarezza sulla persona, veniamo ora alle principali affermazioni contenute nel video. Al minuto 01:20 del video a noi segnalato Bhakdi sostiene che il virus «entra dalla porta principale, non va nel sangue, va al polmone ed entra nelle cellule polmonari. Gli anticorpi lì non ci sono, non se ne rendono conto forse?… Ecco perché è praticamente impossibile prevenire un’infezione che si trasmette per via aerea». 

In realtà i vaccini possono prevenire infezioni respiratorie trasmesse per via aerea. Al di là della Covid-19, ci sono vaccini efficaci contro influenza, polmonite, pertosse e tubercolosi, così come contro il morbillo. L’efficacia del vaccino contro la Covid-19 è stata dimostrata sia dagli studi clinici, sia dagli effetti delle campagne di vaccinazione in vari Paesi.

Al minuto 04:37 Bhakdi inizia una lunga spiegazione sul «perché il vaccino è così pericoloso». Riassumendo, la tesi è che il vaccino può portare alla produzione della proteina Spike nelle cellule che formano i vasi sanguigni. La proteina Spike prodotta da queste cellule in seguito al vaccino porterebbe quindi a due diverse conseguenze: la formazione di trombi e una reazione autoimmune contro le cellule dei vasi sanguigni. Al minuto 08:17 Bhakdi afferma anche che i vari sintomi avvertiti dopo il vaccino, come mal di testa o svenimenti, sarebbero la prova di queste reazioni. 

Il 23 marzo 2021 l’Agenzia europea del farmaco (Ema) ha respinto questa possibilità, rilasciando una replica puntuale ad argomenti molto simili a quelli proposti da Bhakdi. L’Ema ha dichiarato che la possibilità che i vaccini interagiscano con le cellule dei vasi sanguigni è stata confutata sperimentalmente. Né, come sostenuto dall’Ema, è stata trovata traccia delle reazioni autoimmuni ipotizzate da Bhakdi. 

In ogni caso, come avevamo discusso in precedenza, il rischio di trombosi nei vaccinati è pari o inferiore a quello nei non-vaccinati, con l’unica eccezione di un possibile aumento del rischio di un rarissimo tipo di trombosi delle vene cerebrali profonde. Questo dato smentisce l’ipotesi di Bhakdi, secondo cui dovrebbe esserci un rischio generale di trombosi molto più elevato. 

In conclusione, le teorie allarmistiche di Sucharit Bhakdi sui vaccini contro la Covid-19 sono scientificamente infondate e in contrasto con i dati che finora ne hanno mostrato l’efficacia e la sostanziale sicurezza. 

Ti è piaciuto l'articolo?

Comments (29)

  • daniela

    Buongiorno, mi e’ stato girato questo post giorni fa ed io l’ho girato ad altre persone, mi è stato segnalato che
    questo post sia falso, chiedo cortesemente di spiegarmi con quali basi questo post possa essere definito falso,
    per informazione ovviamente. Il discorso della proteina spike è ormai risaputo da tempo, poi ognuno deve decidere
    cosa fare della propria vita, se farsi vaccinare o meno, se assumere un certo farmaco o meno, o cibo o altro. Ma
    dato che mi è arrivato un vostro post in cui si dichiara che il suddetto post sia falso, chiedo sulla base di cosa. E’
    ricostruito? Gli attori sono commedianti? Fanno parte di un cast? Oppure cosa?
    Grazie e cordiali saluti

    reply
    • Facta

      Buongiorno Daniela, lo abbiamo spiegato nel nostro articolo. Tutte le parole sottolineate in giallo sono link alle fonti o agli studi a cui facciamo riferimento nel testo.

      reply
  • Mimma Altamura

    Chiedo scusa , non sapevo che fossero false , altrimenti non lo avrei preso in considerazione , grazie .

    reply
    • Facta

      Buongiorno Mimma, non ti preoccupare! Può succedere a tutti di sbagliare 😉

      reply
  • Rott Rel

    La Vostra posizione dovrebbe fornire esclusivamente la documentazione e le osservazioni reperite sul tema, la decisione di ritenere ciò una falsità va lasciata al utente finale, questo si chiama “Libera Informazione”.

    reply
    • Facta

      Buongiorno Rott Rel, tutte le parole sottolineate in giallo presenti nell’articolo sono link agli studi e alle fonti a cui facciamo riferimento nel testo.

      reply
  • Roberta Antonini

    La FACT ….a Milano ? Da chi siete pagati è?

    reply
    • Facta

      Buongiorno Roberta, puoi trovare tutte le informazioni su come ci finanziamo nella pagina Chi siamo del nostro sito.

      reply
  • Rinascimento

    per dire che è vero o che è falso, bisognerebbe avere delle documentazioni scientifiche. Spero non sia semplicemente il gestore di questo sito a fare l’affermazione che il video contiene falsità. C’è qualche virologo di fama internazionale che lo smentisce ?? altrimenti tutte le accuse di fake sono aria fritta

    reply
    • Facta

      Buongiorno Rinascimento, tutte le parole sottolineate in giallo sono link alle fonti, come ad esempio gli studi scientifici, a cui facciamo riferimento nel testo.

      reply
  • Elisa

    Nei riferimenti a cui rimandi (che sono comunque scritti da te) dici che alcuni vaccini hanno bisogno di 2 dosi per immunizzare. Questo è falso. Infatti i vaccini contro il covid non immunizzano (puoi prenderti il covid) dovrebbero solo ridurre i sintomi cosa, che oltre a voler dire non essere in grado di curare, è risultata falsa in quanto molte persone vaccinate sono intubate in ospedale e fanno fatica a tirarle fuori da lì.

    reply
    • Facta

      Buongiorno Elisa, può indicarci dove ha letto che ci sono persone vaccinate intubate?
      Il vaccino fornisce le informazioni che servono all’organismo per riconoscere il virus e combatterlo, quindi sì è corretto dire che il virus può entrare nel nostro corpo ma ,se vaccinati, sappiamo come difenderci.

      reply
  • Agreste Flavio

    Perché non indicate: https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2021/05/20/oms-i-vaccini-efficaci-contro-tutte-le-varianti-del-covid_e7c22731-bd23-473b-a807-3f26f24999c1.html come notizia fake?
    È PALESEMENTE UN FAKE!
    COME SI FA AD AFFERMARE CHE COPRE TUTTI I VIRUS, QUANDO LE VARIANTI CONTINUANO A FORMARSI E LE SPERIMENTAZIONI TERMINERANNO NEL 2023?
    Quanto denaro vi finanzia, anche indirettamente, le Big Pharma?

    reply
    • Facta

      Perchè si tratta di varianti dello stesso virus e non di virus diversi. Ad oggi (grazie al cielo!) le varianti non sembrano mettere a rischio il funzionamento dei vaccini in circolazione.

      reply
      • Fabio

        Ma come no? Già la cosiddetta variante indiana sta facendo rialzare i numeri in UK

        reply
        • Facta

          Buongiorno Fabio, l’importanza di impedire al virus di diffondersi (grazie all’uso dei vaccini) nasce proprio dalla necessita di fermare possibili varianti che possono non essere fermate dai vaccini attualmente in uso.

          reply
  • Stefano

    Carissima redazione, dovreste aggiungere al vostro articolo anche i risultati della ricerca del Salk Institute, che di certo non è una fake news, in cui viene spiegata esplicitamente la pericolosità della proteina Spike, che è alla base di tutti i vaccini in circolazione:
    https://www.salk.edu/news-release/the-novel-coronavirus-spike-protein-plays-additional-key-role-in-illness/

    reply
    • Facta

      Buongiorno Stefano proprio perchè è la proteina spike ad essere pericolosa che nei vaccini sono contenute le informazioni per individuarla e fare entrare in azione il nostro sistema immunitario.

      reply
  • Fla

    Spero che la notte porti consiglio a molti lettori!

    reply
  • Nino

    La proteina spike provoca coaguli ed il vaccino non immunizza

    reply
    • Facta

      Buongiorno Nino, ci potrebbe indicare degli studi a supporto di quanto scritto?

      reply
  • Ioana

    Quindi queste info sono false soltanto perchè voi dite un’altra cosa? 🤨😄😄 Tipo: lui dice così, ma non è vero perchè non lo è”. 🤦‍♀️🤦‍♀️
    Probabilmente stavate ridendo persino voi mentre scrivevate l’articolo.

    reply
    • Facta

      Buongiorno Ioana, cliccando sulle parole sottolineate in giallo si può accedere a tutte le fonti a cui facciamo riferimento nel testo.

      reply
  • Lorenzo

    Vorrei far presente che il tal Sucharit Bhakdi ha un h index di 86! Che è quasi il triplo di quello di Burioni e il quadruplo di quello di Pregliasco!

    Ovviamente voi vi guardate bene dal riportarlo…

    E allora non mi basta che un articolo scritto da non si sa chi dica che è falso ed è VERGOGNOSO che voi lo spacciate per un cialtrone perché non allineato alla vostre propaganda.

    reply
    • Facta

      Buongiorno Lorenzo, in questo articolo abbiamo spiegato il sistema di punteggio H-Index.
      Come abbiamo scritto: «L’h-index, insomma, non misura l’autorevolezza di uno scienziato, né le conoscenze possedute in un determinato campo, ma la sua prolificità e l’impatto che (nel bene o nel male) ha avuto sulla comunità scientifica di riferimento».

      reply
  • Ennio

    A proposito di fake news qualcuno mi sa spiegare perché in Israele danno notizia che ci sono persone vaccinate in terapia intensiva e quindi partita la terza dose di vaccino, in Italia invece abbiamo solo no vax in terapia intensiva……..

    reply
  • Ennio

    Buongiorno la risposta non è esaustiva. Perché al di la dei dati ufficiali di persone vaccinate in altri paesi che finiscono in terapia intensiva, la mia domanda è perché in Italia per la stampa e per i virologi che ascoltiamo in tv non ci sono casi di vaccinati in terapia intensiva??????

    reply
    • Facta

      Buongiorno Ennio, il vaccino ha permesso di ridurre notevolmente il numero di ricoveri interapia intensiva. Credo che sia chiaro a tutti che in rari casi, anche con le vaccinazioni eseguite, si può comunque finire in terapia intensiva.

      reply

Lascia un commento

× WhatsApp