Papa Francesco non è morto a Guantanamo nel 2020 - Facta
TOP

Papa Francesco non è morto a Guantanamo nel 2020

Il 6 luglio 2021 la redazione di Facta ha ricevuto una segnalazione via WhatsApp che chiedeva di verificare l’autenticità di una copertina del settimanale americano Time intitolata “Colpevole come il peccato” che ritrarrebbe Papa Francesco con una tuta arancione (l’uniforme delle prigioni americane). L’immagine è accompagnata da un testo che recita «È morto esecutato a Guantanamo il 24 marzo 2020! Difficile eliminare i mostri dalla testa..Ma è morto!! E con lui si chiuse il 9° cerchio».

La copertina oggetto della nostra verifica

Si tratta di un’immagine modificata che veicola una notizia falsa.

Innanzitutto, l’immagine di Papa Francesco in uniforme arancione non compare su nessuna copertina del magazine Time, ma è stata originariamente pubblicata il 24 dicembre 2016 da un blog chiamato Mind Control Black Assassins, completamente dedicato alla descrizione di una presunta «guerra razziale» in corso negli Stati Uniti. 

La stessa copertina è stata in seguito utilizzata dai seguaci di QAnon, la teoria del complotto che immaginava un piano ordito dall’esercito americano (in collaborazione con Trump) per imprigionare esponenti democratici e star di Hollywood. In quest’ultima versione, Papa Francesco sarebbe stato arrestato con l’accusa di traffico di minori. Avevamo già smentito questa falsa notizia in un articolo risalente a gennaio 2021.

Vale la pena precisare, infine, che da marzo 2020 (la presunta data dell’esecuzione) a oggi, il Pontefice è comparso numerose volte in pubblico e che esistono molte testimonianze fotografiche della sua esistenza in vita (ad esempio qui, qui e qui).

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp