La storia dei 229 missionari cristiani condannati a morte dagli «islamisti afghani» è falsa - Facta
TOP

La storia dei 229 missionari cristiani condannati a morte dagli «islamisti afghani» è falsa

Il 23 agosto 2021 la redazione di Facta ha ricevuto la richiesta via WhatsApp di verificare un messaggio circolato sulla nota app di messaggistica istantanea, che mette al corrente i destinatari della «terribile notizia» secondo cui  «229 missionari cristiani» saranno condannati a morte «domani pomeriggio» da un gruppo di «islamisti afghani». La fonte originale della notizia, stando a quanto riportato nel messaggio, sarebbe una «missionaria di Chihuahua che si trova in Africa» di nome Judith Carmona.

Si tratta di una notizia falsa.

La notizia della condanna a morte e della conseguente esecuzione di missionari cristiani non trova riscontro in alcun mezzo d’informazione nazionale o internazionale. Il gruppo radicale islamista dei Talebani ha ripreso il controllo dell’Afghanistan lo scorso 16 agosto, dopo la conquista della capitale Kabul, e la notizia di una possibile esecuzione sarebbe stata di certo rilanciata dalle testate di tutto il mondo.

Il messaggio oggetto della nostra verifica circola in realtà dal 2017, quando la notizia dei 229 missionari cristiani in pericolo fu diffusa in lingua spagnola e italiana, ma il testo è molto simile ad una bufala risalente al 2009, che annunciava la condanna a morte di «22 missionari cristiani» sempre in Afghanistan. Come avevano ricostruito nel 2019 i colleghi di Pagella Politica, la notizia era anche al tempo destituita di ogni fondamento.

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp