No, queste due persone non si sono «cambiate d'abito» durante l'assalto alla Cgil - Facta
TOP

No, queste due persone non si sono «cambiate d’abito» durante l’assalto alla Cgil

Il 13 ottobre 2021 la redazione di Facta ha ricevuto una segnalazione via WhatsApp che chiedeva di verificare le informazioni riportate in un tweet pubblicato l’11 ottobre, contenente un video che mostra alcuni secondi dell’irruzione nella sede Cgil di Roma, organizzata il 9 ottobre da un gruppo di manifestanti “no green pass” e da alcuni militanti di Forza Nuova. 

Il filmato dura in tutto 41 secondi e mostra un gruppo di manifestanti all’interno della sede della Cgil, tra i quali un uomo a torso nudo con gli occhiali da sole che si affretta a indossare una maglietta (minuto 0:05) e un secondo uomo con maglietta e occhiali da vista che indossa una felpa nera (minuto 0:08). Il video è accompagnato da un commento scritto dall’autore del tweet in cui, rivolgendosi alla trasmissione di Rete 4 “Stasera Italia”, chiede: «Avete trasmesso poco fa il video del leader di #IoApro . Vorrei conoscere il motivo per cui avete tagliato le parti in cui si vedono delle persone cambiarsi d’abito, tra cui una sembra vestita con una divisa».

Tra i commenti al tweet, qualcuno avanza l’ipotesi che il primo dei due uomini abbia una fondina sul fianco destro del corpo. Ulteriori dubbi sono stati avanzati dal sito web Affari Italiani, che in un articolo dedicato ai fatti si chiede: «chi sono i due che si cambiano i vestiti dopo l’irruzione alla sede della Cgil? Perché lo fanno? Non è usuale andare ad una manifestazione con vestiti di ricambio e indossarli durante un’irruzione». 

L’ipotesi, circolata sulle chat Telegram degli attivisti contro la certificazione verde, è stata sposata anche dall’ex direttore di Rai 2 Carlo Freccero, che in un’intervista ad AdnKronos ha dichiarato: «C’è un altro grave episodio da chiarire: le foto di un manifestante che nei corridoi della Cgil si cambia d’abito per interpretare il ruolo del fascista. Il G8 del 2001 si ripete vent’anni dopo».

Si tratta di una notizia falsa. 

Affinché regga, la pista degli agenti infiltrati nella sede della Cgil presuppone che i due protagonisti del video avessero indossato in un primo momento la divisa, per poi cambiarsi «d’abito» così da apparire come semplici manifestanti. I filmati registrati il 9 ottobre nei pressi della sede Cgil smentiscono tuttavia questa ipotesi. 

Esaminando le registrazioni pubblicate dalla piattaforma di video in presa diretta Local Team, abbiamo rintracciato i due manifestanti, che nei momenti immediatamente precedenti all’irruzione indossavano abiti civili. Il primo uomo è chiaramente visibile al secondo 0:26.

Prima dell’assalto alla sede della Cgil, il nostro uomo indossava pantaloncini grigi e felpa nera (quella annodata alla vita nel video oggetto della nostra verifica, che qualcuno ha scambiato per una fondina). Durante l’irruzione è invece rimasto a torso nudo, per poi indossare una maglietta nera.

Nei momenti precedenti all’irruzione, lo vediamo guardare indietro alla ricerca del secondo uomo, che spunta poco dopo, al secondo 0:27.

Il secondo uomo riappare più chiaramente al secondo 1:26, con addosso un pantalone nero e una felpa nera con zip. 

In conclusione, le persone che secondo il tweet oggetto della nostra verifica si sarebbero «cambiate d’abito», in realtà non l’hanno mai fatto. Si tratta di due manifestanti no green pass: il primo ha semplicemente tolto la felpa all’interno della sede sindacale, restando prima a torso nudo e rimettendo poi la maglietta, mentre il secondo ha sbottonato la zip della felpa mostrando la t-shirt.

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp