Giorgia Meloni non ha vietato l’hijab a scuola - Facta
TOP

Giorgia Meloni non ha vietato l’hijab a scuola

A partire dal 19 novembre 2023, su X ha iniziato a circolare un contenuto in lingua spagnola secondo cui la presidente del Consiglio Giorgia Meloni avrebbe vietato l’uso dell’hijab – il velo islamico che copre i capelli e il collo, ma non il viso – «nelle scuole pubbliche e private di tutta Italia».

Si tratta di una notizia falsa.

Il contenuto è stato originariamente diffuso da alcuni account di estrema destra con la spunta blu su X, che già in passato avevano alimentato false narrazioni di carattere islamofobo. La notizia del presunto divieto imposto da Meloni non trova fondamento in alcun articolo giornalistico e il provvedimento non compare sulla Gazzetta Ufficiale, la fonte primaria di conoscenza delle norme in vigore in Italia. 

La legge italiana prevede il divieto di fare uso «di caschi protettivi, o di qualunque altro mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona, in luogo pubblico o aperto al pubblico, senza giustificato motivo». La normativa non fa alcun riferimento specifico all’hijab, che in ogni caso non impedisce l’identificazione della persona che lo indossa. 

Nel corso dell’attuale legislatura, Fratelli d’Italia, il partito politico di Giorgia Meloni, ha presentato una proposta per modificare la norma, nel tentativo di aumentare le pene per il cosiddetto “delitto di travisamento” durante le manifestazioni pubbliche. La modifica, tuttavia, non contiene alcun divieto di indossare l’hijab e non è ancora passata dal vaglio del Parlamento.

Come avevamo raccontato in un recente approfondimento, la Francia ha recentemente imposto il divieto di indossare l’abaya, cioè una tradizionale tunica utilizzata da alcune donne musulmane, nelle scuole del Paese. Il provvedimento ha scatenato un’ondata di disinformazione che riguarda l’abbigliamento delle donne musulmane. 

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp