Il bambino in questa foto non è Uğur Şahin, l'immunologo dietro il vaccino Pfizer/BioNTech - Facta
TOP

Il bambino in questa foto non è Uğur Şahin, l’immunologo dietro il vaccino Pfizer/BioNTech

Il 29 novembre 2020 su Facebook è stata pubblicata una foto che mostra quello che sembra essere un ritratto di famiglia: il padre, la madre e quattro figli. Lo scatto è accompagnato da questo testo: «Famiglia turca. Emigrati in Germania. Il bimbo a destra è quello che ha scoperto il vaccino anticovid della Pfizer. Si chiama Ugur Sahin ed è il fondatore della Biontech. La prossima volta che volete affondare un barcone, pensate che a bordo potrebbe esserci uno che vi salverà la vita. A questo mondo nessuno è straniero».

Il riferimento è a Uğur Şahin, medico di origine turca e co-fondatore insieme alla moglie Özlem Türeci della BioNTech, azienda tedesca incentrata sulla ricerca, lo sviluppo e la commercializzazione di farmaci. La BioNTech, insieme alla azienda statunitense Pfizer, sta lavorando ad un vaccino efficace contro la Covid-19.

L’immagine oggetto della nostra analisi è fuorviante e veicola una notizia falsa. Il bambino che compare a destra nella foto non è Uğur Şahin.

Post pubblicato su Facebook il 29 novembre 2020 – Fuori contesto

Come hanno ricostruito diversi siti di fact-checking turchi (qui e qui), la fotografia fa parte di una raccolta di immagini intitolata “Türken in Deutschland” che mostra le famiglie immigrate in Germania dalla Turchia negli anni ’70 e l’autrice dello scatto è Claudia Höfer. La fotografia è presente nella collezione di un museo in Spagna e in base alle informazione presenti sul sito del museo risulta essere stata scattata nel 1979.

DiasporaTürk – associazione di volontari che lavora su storie e foto che raccontano immigrazione ed emigrazione turca – ha parlato con i parenti della famiglia immortalata nella foto. In base alle informazioni raccolte, DiasporaTürk ha chiarito che la famiglia era originaria di Aksaray e che l’uomo in foto era arrivato in Germania nel 1965 per lavorare come operaio. Nel 1975 l’uomo ha poi portato la moglie e i quattro figli a Düsseldorf. Il bambino in foto, una volta cresciuto, è diventato esperto nell’utilizzo del tornio.

La famiglia di Uğur Şahin – secondo quanto riferito da diversi media che hanno ricostruito la sua vita (qui e qui) – emigrò invece da Iskenderun (Turchia) in Germania – precisamente nella città di Colonia – nel 1969, quando lui aveva quattro anni.

Ti è piaciuto l'articolo?

Comments (16)

  • Giuseppe Spiridigliozzi

    è come quando si assiste ad una puntata di forum, non importa se gli attori sono o no le persone coinvolte nel fatto, ma interessa la dinamica della causa…non ci vuole molta intelligenza a capirlo, è il messaggio l’ importante.

    reply
    • Facta

      Buongiorno Giuseppe,
      ne momento in cui si condivide una foto per diffondere un messaggio, corretto che sia, ma che con quella foto non c’entra nulla, si diffonde un’informazione falsa.

      reply
    • Maria

      I barconi non vanno affondati in ogni caso, sia che possano trasportare futuri scienziati o futuri senza tetto. Non c’è bisogno di pensare che su quel barcone potrebbe esserci uno che mi salva la vita, ci mancherebbe altro. Il barcone non si affonda mai.

      reply
  • Passegua

    Gentile Giuseppe, proprio perché il messaggio è importante diffondere una notizia falsa crea solo confusione e aumenta il cinismo: “tanto tutto quello che è su internet è falso”. Bastava citare wikipedia o per lo meno fare qualche ricerca: Uğur Şahin Nato ad Alessandretta, in Turchia, a quattro anni Şahin emigrò con la sua famiglia a Colonia, in Germania, dove suo padre aveva trovato lavoro in una fabbrica della Ford. Qui, il giovane intraprese gli studi di medicina all’Università di Colonia, laureandosi nel 1990 e ottenendo un dottorato dalla stessa università due anni più tardi con una tesi sull’immunoterapia per le cellule tumorali. Oppure semplicemente rimuovere la frase falsa e lasciare il messaggio: «Famiglia turca. Emigrati in Germania. La prossima volta che volete affondare un barcone, pensate che a bordo potrebbe esserci uno che vi salverà la vita. A questo mondo nessuno è straniero».

    reply
  • Gabriele Cuccia

    Il messaggio è, comunque, importante (per chi vuol capire!) e poi… si può polemizzare su tutto senza costruire niente

    reply
    • Facta

      Buongiorno Gabriele,
      non c’è nessuna polemica nella nostra verifica, semplicemente è stata diffusa una foto che che con l’immunologo dietro al vaccino Pfizer-Biotech non c’entra assolutamente nulla, a differenza di quanto è stato riportato nel post.

      reply
  • Antonio Bassi

    Resta il fatto che un immigrato turco e’ il fondatore della Biontech . Resta da capire l’intento di chi si è’ sforzato di smentire la foto , che in fondo non snatura la morale che si vuole evidenziare . E ‘ vai a vedere ‘ quanti casi simili ci sono . Eventuali risposte soltanto in lingua italiana .

    reply
    • Facta

      Buongiorno Antonio,
      la foto utilizzata NON è della famiglia di Uğur Şahin, l’immunologo dietro il vaccino Pfizer/BioNTech, ma di un’altra famiglia di immigrati turchi in Germania.
      Quindi si tratta di un errore e di una notizia falsa.

      reply
  • Angelo Rinaldi

    Visto che i fatti corrispondono al vero, se qualcuno voleva rendersi utile, avrebbe dovuto semplicemente pubblicare la foto ritenuta corretta. Evidentemente gli scopi erano diversi. AUGURI DI UN NUOVO ANNO SERENO a tutti.

    reply
  • Marco

    Certo che se i controlli sulle fake news sono questi, mi permetto di dire che state rubando lo stipendio.
    Chi ha scoperto il vaccino è un immigrato Turco in Germania, come potrebbe essere tranquillamente il bimbo di quella foto.
    Il concetto mi sembra chiaro e il contesto altrettanto.
    Scopro anche altrettanto chiaramente che l’unica foto che siete riusciti a fermare è questa, tutto il resto della schifezza e falsità che circola su FaceBook continua tranquillamente e serenamente a circolare senza “bollini”…
    Vergognatevi!

    reply
    • Facta

      Buongiorno Marco, il punto della questione è che NON è il bambino nella foto, a differenza di quanto è stato riportato nel post pubblicato su Facebook.

      reply
  • Luigi Vaccaro

    Ringrazio Facta per questo lavoro a prescindere dal caso specifico. La verità per quanto “normale” e poco straordinaria è sempre meglio della falsità. Suggerisco a tutti di cercare emozioni che si basino su fatti reali… Possibilmente quelli in cui si è protagonisti e non solo come lettori passivi di social.
    Buon lavoto Facta

    reply
    • Facta

      Buongiorno Luigi, grazie mille!

      reply
  • Giuseppe Sammartano

    Chi se ne frega se non è proprio la famiglia descritta, l’importante era il messaggio, che portava. Diciamo che questa precisazione potevate risparmiarvela. La costruzione del messaggio richiedeva una foto ed è stata usata una di una famiglia qualsiasi. Di solito fate un buon lavoro e vi seguo.

    reply
    • Facta

      Buongiorno Giuseppe, la notizia è che la foto mostri Uğur Şahin, l’immunologo dietro il vaccino Pfizer/BioNTech, da bambino.
      Nella foto ci sono altre persone.
      La notizia che è stata riportata è quindi sbagliata.

      reply
  • Michele lonoce

    Molto interessante la vostra ricostruzione che fate e apprezzo, ma quale sarà la vera verità?…in pieno accordo con le vostre risposte mi preoccupano invece e di più alcuni interventi che insistono sulla nobilta’ del messaggio, la quale non è assolutamente in dubbio, che parrebbe essere giustificata anche da notizie false,
    A qualunque costo.
    Grazie….

    reply

Lascia un commento

×

Ciao!

Segnalaci il link di una notizia che non ti convince, la chat è attiva 24/7

× WhatsApp