La falsa storia su Giulio Andreotti e l'astensionismo - Facta
TOP

La falsa storia su Giulio Andreotti e l’astensionismo

Il 21 settembre 2020 su Facebook è stata pubblicata una foto di Giulio Andreotti, ex presidente del Consiglio e senatore a vita scomparso nel 2013, e il testo di una dichiarazione a lui attribuita. Si legge: «Voi pensate che noi politici, il giorno delle elezioni ci mettiamo incollati davanti al televisore, come fate voi, per vedere chi vince e chi perde? A noi, non ce ne frega nulla, tanto il potere è uno solo. A noi interessano solo i dati di quanti non vanno a votare, quante schede bianche e quante annullate. Perché se il non voto arriva al 60%, per noi è finita! Significherebbe che il popolo ha sfiduciato tutto il sistema politico. I giudici non sarebbero più sotto scacco e farebbero immediatamente i processi per davvero. E finiremmo tutti in galera! Ma per fortuna nostra, voi questo non lo sapete e continuate a ripetere le frasette che vi mettiamo in bocca, come: se non vai a votare ti rimetti alla volontà degli altri che ci vanno. E rideva di gusto. La persona che conosco gli rispose: “Scusi, ma chi glielo garantisce che, quando esco di qua, non racconto ciò che lei mi ha appena detto”? E Andreotti: “Lo faccia, lo faccia pure! La prenderanno per scemo”!».

Dal 2018 questa dichiarazione circola in rete e viene erroneamente attribuita a Giulio Andreotti, come hanno già verificato diversi siti di fact-checking (qui e qui). La frase non trova riscontro in nessuna testata nazionale e locale, né in nessun fonte ufficiale. Si tratta quindi di una notizia frutto di fantasia.

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp