Notizia Falsa - I decessi «avvenuti nel sonno» e «da malore improvviso» non sono aumentati esponenzialmente - Facta
TOP

I decessi «avvenuti nel sonno» e «da malore improvviso» non sono aumentati esponenzialmente

Il 3 settembre 2021 la redazione di Facta ha ricevuto via WhatsApp la richiesta di verificare le informazioni riportate in un tweet, che mette a confronto i dati sulle «morti avvenute nel sonno in Italia» e sulle «morti causate da malore improvviso» per gli anni 2019, 2020 e 2021 (in quest’ultimo caso i dati sarebbero aggiornati fino a metà agosto).

Secondo i dati contenuti nel tweet, entrambe le voci avrebbero subito una netta impennata nel corso dei tre anni, passando dai 21.500 casi del 2019 ai 98.100 del 2021 per quanto riguarda i decessi avvenuti nel sonno e dai 14.800 del 2019 ai 45.200 del 2021 per la voce «morti causate da malore improvviso». Secondo l’autore del tweet, la fonte dei dati sarebbe l’Istituto nazionale di statistica (Istat).

Si tratta di una notizia falsa.

Innanzitutto, i dati riportati nel tweet non compaiono sul portale Istat e la notizia di un tale incremento nei decessi per le due cause non è stata segnalata da alcun mezzo d’informazione. 

Contattati dalla redazione di Facta, i responsabili dell’Istituto nazionale di statistica hanno smentito i dati contenuti nel tweet, spiegando che «gli ultimi dati ufficiali sulle cause di morte rilasciati da Istat si riferiscono all’anno 2018» e che ogni altra proiezione successiva a quella data non può dunque essere stata prodotta da Istat. 

Nella ripartizione dei decessi per causa di morte, inoltre, Istat si avvale della Classificazione internazionale delle malattie e dei problemi sanitari correlati (Icd-10) che non contempla alcun codice specifico per le «morti avvenute nel sonno» e per quelle «causate da malore improvviso». L’unico codice Icd-10 che potrebbe essere associato alla morte nel sonno è il codice G47 corrispondente ai disturbi del sonno, «a cui sono attribuiti in media circa 40 casi all’anno», ci ha spiegato Istat. 

I corrispettivi più vicini al malore improvviso sono invece I46.1 (Morte cardiaca improvvisa) R96.0 (Morte istantanea) R96.1 (Morte che si verifica a meno di 24 ore dall’insorgenza di sintomi, non altrimenti spiegata) e i casi ad essi attribuiti sono complessivamente circa 100 l’anno. Numeri comunque molto lontani da quelli esposti nel tweet oggetto della nostra verifica.  

Ti è piaciuto l'articolo?

Comments (40)

  • Andrea Nobile

    FINALMENTE QUALCUNO CHE ANALIZZA I FATTI COME STANNO!

    reply
    • Facta

      Grazie!

      reply
      • Giovanni Baudo

        Una curiosità, l’Istat quindi riporta una media totale di 140 casi l’anno di malori improvvisi (nel sonno o per morte nelle 24 ore è poco importante). Sono pubblicate su vari siti notizie di morti improvvise…più di duecento nei soli primi 15gg di luglio. E basta googlare “malore improvviso” (ovviamente inserito ad arte, ma non per questo meno significato per il ragionamento) per trovare uno/due casi al giorno…ben lontani dai 140/annui indicati da voi. Chi mente?

        reply
        • Facta

          Buongiorno Giovanni, ci potresti indicare la fonte di questi dati?

          reply
        • Luca Botti

          L’ISTAT RIPORTA LE CAUSE DI MORTE 2 ANNI DOPO IL DECESSO quindi a fine 2021 conosceremo le cause di morte del 2019 non del 2020 o 2021

          reply
          • Facta

            Buongiorno Luca, i dati sono aggiornati a 2021.
            Fonte: ISTAT

    • Antonio

      cavolo è questo come si spiega? https://www.istat.it/it/archivio/240401

      reply
  • Marcos

    Ma smettetela di dire sciocchezze perché intanto verrà fuori la verità. Le morti improvvise ( e senza apparente spiegazione) rispetto agli anni scorsi sono aumentate del 600%
    Basta guardare le statistiche.
    Fatela finita intanto non vi salverà nessuno

    reply
    • Facta

      Buongiorno Marcos, quali statistiche? Potresti inviarci le fonti?

      reply
      • delafuerte

        No che non può…non è vero quindi non può postare nulla .-)

        reply
  • Roberto Maiellaro

    Ci sono notizie false sistematiche, giornaliere e a reti unificate h/24, ma non fate nulla per SMENTIRLE. VERGOGNA!!!

    reply
    • Facta

      Buongiorno Roberto, puoi inviarci la tua segnalazione cliccando su Invia la tua segnalazione oppure cliccando sul bottone whatsapp presente in tutte le pagine del nostro sito o in alternativa mandarci una messaggio, sempre su whatsApp CLICCANDO QUI.

      reply
  • Gianni

    Cari amici di Facta, se volete la fonte di quanto riportato da Giovanni, Marcos e Roberto andate su news.Google.it e cercate la parola chiave “malore”.

    E benvenuti su “2021, l’estate dei malori”.

    reply
    • Facta

      Buongiorno Gianni, quali notizie ritiene che siano collegate ai vaccini?

      reply
      • Eleonora

        Cari facta,
        La domanda che vi dovete porre è come fanno a dire che non è correlato al vaccino visto nella maggior parte dei casi non viene effettuata l’ autopsia.

        reply
        • Facta

          Buongiorno Eleonora, ci potrebbe indicare la fonte di questa notizia?

          reply
      • Leonardo

        Buongiorno, ho contato, sia pur velocemente, il numero dei casi nella pagina google indicata dal sig. Giovanni: circa 110 casi in un arco di tempo di circa 20gg ( certamente non sono tutti): potremmo forse dire 6 al giorno? un numero, su una popolazione di 60 milioni di abitanti, del tutto normale, tuttavia a noi non interessano i numeri assoluti , ma i delta. Detto ciò, a mio avviso è improprio/ improponibile o inefficace, soffermarsi a chiedersi quanti di questi casi, siamo forse riconducibili al vaccino; semplicemente, basterebbe chiedersi , di fronte a numeri inattesi, quali siano le condizioni/nuove condizioni ( ceteris paribus, rimaste invariate le altre) , che potrebbero aver alterato significativamente i numeri ( se così fosse). La risposta verrebbe da sola. Cordialità

        reply
        • delafuerte

          Azz…e che lo teniamo a fare l’ISTAT?
          Googliamo un po così a muzzo e abbiamo tutte le statistiche di questo mondo!!!!

          reply
  • Max

    Come potete dire che la notiza è falsa se l’ISTAT ha ancora i dati del 2018 (con calma mi raccomando, che non lavorano troppo) ? Mi sembra azzardato bollare per falsa una notizia che non può ancora essere verificata. Io avrei scritto “la verificheremo tra 3-4 anni” quando ISTAT ci fornirà i dati. Nel frattempo vaccinatevi tutti e, se qualcuno muore improvvisamente, diremo che non c’è alcun nesso con il vaccino perché non è politicamente corretto. Non capisco questa avversione da parte dei media a riconoscere che, per quanto siano utili i vaccini, abbiano anche alcuni lati negativi. La trasparenza aiuterebbe molto la campagna vaccinale ma voi, come tanti altri, preferite la censura. Sono proprio siti come il vostro a creare ancora più diffidenza a mio parere.

    reply
    • Facta

      Buongiorno Max, i dati sono aggiornati al 2021.
      Fonte ISTAT

      reply
  • Marcos

    Date voi le vostre fonti, pagliacci.

    reply
    • Facta

      Buongiorno Marcos, cliccando sulle parole sottolineate in giallo si può accedere a tutte le fonti a cui facciamo riferimento nel testo.

      reply
  • Giovanni

    Il dott. Malone (uno degli inventori dei vaccini mRna) su twitter dice invece che in Portogallo sono preoccupati da queste morti che cominciano ad essere numerose rispetto alle statistiche degli anni precedenti e che inizieranno a fare indagini seriamente (seguite il dott Malone e avrete la fonte)

    reply
    • Facta

      Buongiorno Giovanni, ci potresti indicare la fonte di questa notizia?

      reply
  • Alessandro

    Riporto qui le Parole testuali scritte da voi in questo articolo
    contattati dalla redazione di facta i responsabili dell’Istituto nazionale di statistica hanno smentito i dati contenuti nel tweet , spiegando che gli ultimi dati ufficiali sulle cause di morte rilasciati da Istat si riferiscono all’anno 2018 è che ogni altra proiezione successiva a quella data non può dunque essere stata prodotta da Istat
    Quindi cosa vogliamo commentare ?
    Ora indiferentemente dal numero dei dati se ISTAT fosse un ente serio e onesto come minimo in una Pandemia così grave come riportata dai media 2020 /2021 dovrebbe essersi già messa al lavoro per verificare i dati del 2020 e a seguire quelli del 2021 per poi successiviamente ai primi del 2022 dare una situazione reale della drammaticità di quello che stiamo ancora tuttora vivendo
    Altro che gli ultimi dati sono riferiti al 2018 questo dimostra che anche istat ha il suo tornaconto in questa pseudo pandemia in questa italia esiste solo la parola SOLDI
    Ora domanda diretta senza girarci intorno
    Anche voi Facta avete ricevuto contributi aggiuntivi o maggioritari dallo stato per screditare le varie notizie uscite che vanno contro i vaccini e contro la pandemia ?
    Risposta diretta si o no
    Grazie
    Ps vediamo se pubblicate il mio commento con la risposta diretta alla domanda finale che vi ho fatto si o no

    reply
    • Facta

      Buongiorno Alessandro, è possibile accedere alle informazioni sul nostri metodi di finanziamento nella sezione chi siamo del nostro sito.

      reply
  • Grace

    Esatto

    reply
  • Blackstar

    Leggete i commenti e capirete che qualcosa non sta andando per il verso giusto… Fatevi due domande…
    Comunque non ho ancora visto un articolo di questi siti “antibufale” smentire o bollare come “fake news” le parole di Draghi, di Speranza e compagnia bella… A partire dai numeri dei morti di covid…

    reply
    • Facta

      Buongiorno Blackstar, i nostri colleghi di Pagella Politica si occupano di verificare le dichiarazioni dei politici.
      Prova a dare un occhio lì 😉

      reply
  • Filippo

    Vorrei chiedere alla vostra redazione se è possibile conoscere i morti per malore nel 2019, 2020 e 2021… Non mi sembra che vi siano i dati nel vostro articolo.. O sbaglio?

    reply
    • Facta

      Buongiorno Filippo cliccando sulle parole sottolineate in giallo puoi accedere a tutte le fonti dei contenuti riportati nel testo.

      reply
  • Filippox

    Vorrei chiedere alla vostra redazione se è possibile conoscere i morti per malore nel 2019, 2020 e 2021… Non mi sembra che vi siano i dati nel vostro articolo.. O sbaglio?

    reply
    • Facta

      Buongiorno Filippox, non credo che “malore” rientri nelle casistiche visto che non si tratta di un termine medico.

      A questo link potrà scaricare l’elenco delle cause di morte in Italia.

      reply
      • Udk

        Macché. Tanto per chiarire, sono vaccinato e del tutto pro-vax, ma se volete fare debunking o verifica delle notizie dovete essere seri. Qui continuate a linkare una pagina che non contiene i dati su cui basate vostre conclusioni (oppure non è chiaro dove siano). Siete in grado di linkare _direttamente_ la tabella dei dati su cui vi siete basati?

        reply
        • Facta

          Buonasera Udk, cliccando sulle parole sottolineate in giallo puoi accedere a tutte le fonti dei contenuti riportati nel testo.

          reply
  • Enrico

    Chi nei commenti fa riferimento al sito istat dovrebbe scaricare le tabelle, i dati del 2020/21 riguarda il numero di morti e l’incidenza del covid, i dati sulle cause di morte sono aggiornati al 2019.

    reply
    • delafuerte

      Palle!
      Sono aggiornati ad agosto 2021, basta leggere!

      reply
  • Fabio

    Blackstar più sopra commenta così: Non ho ancora visto un articolo di questi siti “antibufale” smentire o bollare come “fake news” le parole di Draghi, di Speranza e compagnia bella… A partire dai numeri dei morti di covid…
    La vostra risposta è stata: Buongiorno Blackstar, i nostri colleghi di Pagella Politica si occupano di verificare le dichiarazioni dei politici. Prova a dare un occhio lì 😉

    L’occhio l’ho dato io, e ho constatato che la nota frase di Draghi, pronunciata il 22 luglio 2021: ‘L’appello a non vaccinarsi è un appello a morire, sostanzialmente: non ti vaccini, ti ammali e muori. Oppure, fai morire: non ti vaccini, contagi, lui o lei muore’, ovviamente smentita dall’evidenza dei fatti, perché non tutti coloro che non si vaccinano si ammalano o muoiono e anche chi si vaccina può contagiare, non è stata da voi citata e quindi tanto meno opportunamente criticata e stigmatizzata come palesemente falsa.

    A fronte dell’enormità che un’astensione del genere costituisce, è naturale pensare che la vostra testata sia faziosamente allineata all’attuale Governo e al suo poco democratico modus operandi e quindi inadatta a fornire informazioni utili per chi cerca di comprendere nel modo più libero possibile l’attuale stato di cose

    reply
    • Facta

      Buongiorno Fabio, di verificare le dichiarazioni dei politici se ne occupano i nostri colleghi di PAGELLA POLITICA.

      reply

Lascia un commento

× WhatsApp