La polemica di Giovanni Toti e la foto dei bambini in ginocchio accanto alle sedie il primo giorno di scuola - Facta
TOP

La polemica di Giovanni Toti e la foto dei bambini in ginocchio accanto alle sedie il primo giorno di scuola

Il 14 settembre 2020 il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ha pubblicato un tweet in cui criticava l’operato della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina. Il tweet è accompagnato da una foto che mostra una classe di bambini che, seduti per terra sulle proprie ginocchia, sembrano utilizzare le sedie al posto dei banchi. Si legge: «Cara #Azzolina dove sono finiti i banchi che avevate promesso? Un’immagine come questa non è degna di un Paese civile come l’Italia. #primogiornodiscuola».

Si tratta, però, di una foto che manca del proprio contesto originale – fornito in seguito dal preside della scuola in cui è stata scattata – e che per questo ha finito per veicolare una notizia imprecisa. Andiamo con ordine.

Lo scatto (e la polemica)  sono diventati – nelle ore successive alla pubblicazione del tweet da parte di Giovanni Toti – particolarmente virali tanto da richiedere l’intervento del dirigente scolastico dell’istituto, il professor Renzo Ronconi.

La fotografia è stata realmente scattata il 14 settembre 2020 all’interno della Scuola primaria Maria Mazzini, complesso che si trova in corso Firenze a Genova e che fa parte dell’Istituto comprensivo Castelletto. Ronconi ne ha però chiarito, con un apposito comunicato, il contesto: pur ammettendo dei «ritardi nella consegna degli arredi», ha dichiarato che «nel primo giorno di scuola, che è stato un giorno di festa» è stato scelto di non utilizzare i banchi dell’anno scolastico precedente. Precisando poi che «la foto ritrae bambini che, durante un’attività didattica, stanno disegnando sereni in libertà». «Un’ingenuità» continua il comunicato «da parte dell’insegnante, farla girare, ma sbagliato e grave strumentalizzarla, strumentalizzando, con essa, soprattutto i bambini, in una giornata nella quale avevamo riscontrato solo grande entusiasmo e nessuna criticità». Dunque, stando a quanto riportato dal dirigente scolastico, lo scatto sarebbe stato strumentalizzato e si sarebbe trattato di un’attività didattica svolta dai bambini in totale tranquillità e senza particolari difficoltà.

Abbiamo contattato l’istituto comprensivo Castelletto per sapere se ci fossero precisazioni aggiuntive da fare. Aggiorneremo l’articolo con un’eventuale risposta.

Infine, un’ulteriore conferma relativa al luogo in cui è stata scattata la foto proviene dai genitori degli alunni della scuola primaria Mazzini di Genova che, al Fattoquotidiano hanno spiegato di aver chiesto loro all’istituto di riaprire, anche senza i nuovi banchi, «sapendo benissimo che i banchi sarebbero arrivati» successivamente «e perfettamente consapevoli che le maestre hanno le competenze e l’esperienza per gestire al meglio i bambini per due ore, due giorni, anche senza il banco».

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp