No, l’OMS non ha ammesso che le madri vaccinate partoriscono bambini con difetti cardiaci - Facta
TOP

No, l’OMS non ha ammesso che le madri vaccinate partoriscono bambini con difetti cardiaci

Il 7 luglio 2023 il sito La forza della verità ha pubblicato un articolo intitolato “L’OMS ammette che le mamme completamente colpite stanno dando alla luce bambini con gravi difetti cardiaci.”. Nel pezzo si legge che l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) in una nota avrebbe dichiarato di star «indagando su un insolito aumento dei casi di miocardite grave tra neonati e bambini nel Regno Unito». 

La forza della verità specifica inoltre che l’articolo è la traduzione in italiano di un pezzo pubblicato in inglese il 4 luglio da The People’s Voice e intitolato “WHO Admits That Fully Jabbed Moms Are Giving Birth to Babies With Severe Heart Defects” (in italiano, “L’OMS ammette che le mamme completamente vaccinate stanno dando alla luce bambini con gravi difetti cardiaci”).

Si tratta di un contenuto fuorviante, che veicola una notizia falsa. 

Innanzitutto, The People’s Voice, precedentemente conosciuto come NewsPunch, è un sito noto per diffondere notizie false e infondate su svariate tematiche

Chiarito questo aspetto, passiamo al contenuto dell’articolo oggetto di analisi. Lo scorso 16 maggio l’OMS ha pubblicato un comunicato stampa in cui si legge di un aumento tra giugno 2022 e marzo 2023 di episodi di miocardite grave nei neonati e nei lattanti associata all’infezione da enterovirus, con 15 casi che si sono verificati in Galles e nel sud-ovest dell’Inghilterra. In nessuna parte del comunicato si legge che le madri di questi bambini fossero vaccinate, o che gli eventi fossero da attribuire ai vaccini. Margaret Harris, portavoce dell’OMS, ha confermato ai giornalisti dell’Associated Press che la notizia diffusa da The People’s Voice è falsa.

Inoltre, nello stesso comunicato l’OMS aveva precisato che la miocardite è un’infiammazione del muscolo cardiaco e che la causa più comune è un’infezione virale (ad esempio, tramite l’enterovirus). Riguardo al caso specifico, poi, l’agenzia delle Nazioni Unite specializzata per le questioni sanitarie, anche sulla base delle informazioni disponibili fino a quel momento, aveva valutato basso il rischio per la salute pubblica per la popolazione generale.

Infine, Daniel Owens, portavoce della Wales Public Health, l’agenzia del Galles che ha indagato sui casi riportati nel suo comunicato dall’OMS, ha chiarito che «solo una piccola minoranza» delle madri coinvolte era stata vaccinata durante la gravidanza e spiegato che «non è stata ancora identificata una causa chiara per l’aumento di quest’anno della miocardite associata a enterovirus». Owens ha però aggiunto che l’agenzia ritiene «che l’aumento possa essere dovuto ai cambiamenti nella circolazione dei virus respiratori durante la pandemia, con un conseguente effetto sulla loro circolazione post-pandemia».

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp