Bill Gates non possiede i diritti del corpo umano per utilizzarlo «come rete wireless locale» - Facta
TOP

Bill Gates non possiede i diritti del corpo umano per utilizzarlo «come rete wireless locale»

Il 31 ottobre 2023 la redazione di Facta ha ricevuto una segnalazione via WhatsApp che chiedeva di verificare un testo che accusava l’imprenditore americano Bill Gates di aver «brevettato i diritti esclusivi per l’utilizzo del corpo umano come rete wireless locale». 

Secondo l’autore del testo ciò sarebbe provato dal «brevetto numero 6.754.472», che conterrebbe informazioni su come Microsoft possieda ora i diritti su «metodi e apparati per trasmettere energia e informazioni utilizzando il corpo umano». Lo stesso contenuto è stato condiviso su Facebook, TikTok e Telegram

Si tratta di un contenuto fuorviante, che veicola una notizia infondata.

Innanzitutto, il brevetto in questione è reale ed è stato depositato il 27 aprile 2000 presso l’ufficio brevetti statunitense (Uspto) dalla Microsoft Corporation, società co-fondata da Bill Gates nel 1975. Il 22 giugno 2004 la richiesta è stata accolta e pubblicata. Il 27 aprile 2020 il brevetto è poi scaduto, questo significa che l’invenzione può essere utilizzata da chiunque e non solo da chi ne detiene i diritti. 

Nel documento vengono descritti metodi e apparecchiature per fornire dati a dispositivi collegati al corpo umano. L’idea del brevetto era quella di utilizzare la pelle del corpo umano per distribuire segnali elettrici e dati per mezzo di elettrodi collegati a dispositivi come speaker, display, orologi e tastiere. Al tempo Microsoft stava cercando di sviluppare una nuova tecnologia che permettesse ai dispositivi di comunicare tra di loro senza dover usare le mani. 

L’elettrodo è una piccola piastra metallica collegata a un circuito elettrico. In questo modo, come spiegato nel brevetto, sarebbe stato possibile sfruttare la pelle come conduttore elettrico per i diversi dispositivi collegati. A dimostrazione di ciò sono presenti due articoli, di Repubblica e del Corriere della sera, entrambi del 2004 che descrivono come il brevetto di Microsoft fosse in realtà un’idea per una tecnologia innovativa.

Come però verificato dai siti di fact-checking sudamericani ColombiaCheck e Cotejo, il brevetto 6.754.472 dimostra che Bill Gates deteneva solo i diritti di una tecnologia per far comunicare vari dispositivi elettronici attraverso la pelle del corpo umano e non ha nessun diritto esclusivo sul corpo umano in sé, diversamente da quanto affermato nel messaggio oggetto di analisi. Inoltre, il brevetto è scaduto nel 2020, e l’invenzione oggi è teoricamente fruibile da chiunque, non è ad uso esclusivo di Bill Gates. Nonostante ciò, la tecnologia citata non è mai stata effettivamente utilizzata e non esiste alcun collegamento tra questa  e i dispositivi presenti ai giorni nostri.

Nonostante i quasi vent’anni che separano il brevetto dai giorni nostri, c’è chi diffonde allarmismo e associa questo documento a teorie complottistiche relative al controllo dell’uomo tramite i vaccini e il 5G. Facta si era occupata in passato di questi argomenti valutandoli come notizie false e prive di fondamento. 

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp