Non è vero che Microsoft disabiliterà i computer degli utenti che condividono contenuti non progressisti - Facta
TOP

Non è vero che Microsoft disabiliterà i computer degli utenti che condividono contenuti non progressisti

Il 5 febbraio 2024 è stato pubblicato su Facebook lo screenshot di un articolo del 3 febbraio intitolato “Microsoft To Disable Computers of Users Who Share ‘Non-Mainstream Content’ Online” (in italiano, “Microsoft disabiliterà i computer degli utenti che condividono online ‘contenuti non mainstream’”). L’immagine è accompagnata da un testo, scritto dall’autore del post, che recita: «Bill Gates ha iniziato a introdurre una nuova forma di fascismo digitale. Microsoft ha iniziato a lavorare per disabilitare i computer degli utenti che pubblicano notizie che si discostano dall’agenda “democratica” ufficiale degli Stati Uniti.».

Si tratta di una notizia falsa.

L’informazione inventata è stata pubblicata originariamente il 3 febbraio 2024 da The People’s voice, precedentemente conosciuto come NewsPunch. Si tratta di un sito noto per diffondere notizie false e infondate su svariate tematiche. Lo screenshot contenuto nel post analizzato mostra proprio l’articolo di The People’s voice.

Nel pezzo si legge che questa mossa della Microsoft sarebbe stata annunciata durante un’intervista rilasciata dal presidente e amministratore delegato di Microsoft Satya Nadella alla rete televisiva statunitense NCB e trasmessa il 30 gennaio 2024. Nell’intervista in questione, incentrata sull’intelligenza artificiale e sulle sfide a essa collegate, Nadella non afferma mai che Microsoft è pronta a “disabilitare” i computer degli utenti che condividono dei contenuti non prodotti dai cosiddetti media mainstream. Questo presunto piano, inoltre, non si deduce neanche in nessun passaggio del colloquio del manager con l’emittente statunitense. 

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp