Questa foto non è stata scattata quando la Campania è diventata «zona rossa» - Facta
TOP

Questa foto non è stata scattata quando la Campania è diventata «zona rossa»

Il 17 novembre 2020 su Facebook è stata pubblicata un’immagine che mostra una fila di persone lungo un marciapiede. La foto è accompagnata da un commento di critica in cui si sostiene che lo scatto risalirebbe al 17 novembre e mostrerebbe via Kerbaker (Napoli) mentre la Campania è in zona rossa: le persone in fila starebbero violando le misure di prevenzione per la diffusione della Covid-19 per comprare un iPhone.

Questo contenuto è fuorviante e veicola una notizia falsa. Andiamo con ordine.

In base all’ultimo Dpcm (Decreto del presidente del consiglio dei ministri) del 3 novembre 2020, i territori in Italia vengono distinti in diverse zone (gialla, arancione, rossa) con restrizioni differenti in base base a dei parametri relativi al livello di rischio e allo scenario epidemico del territorio interessato. Quando un territorio viene catalogato come zona rossa scattano restrizioni più stringenti per contrastare il contagio rispetto alle zone arancioni e gialle, come si può leggere qui.

Passiamo al post oggetto della nostra verifica. La foto è stata scattata a Napoli, in via Scarlatti (vicino via Kerbaker) davanti ad un negozio di computer e telefonia e pubblicata da un utente sul proprio profilo Facebook il 13 novembre 2020. L’immagine non mostra dunque uno scatto del 17 novembre, con la Campania in zona rossa, come erroneamente sostenuto nel post oggetto della nostra verifica.

La Regione Campania è stata catalogata come zona rossa dal ministero della Salute con un’ordinanza del 13 novembre ma le misure di restrizioni per contrastare i contagi da nuovo coronavirus collegate a questa catalogazione sono diventate effettive dal 15 novembre, come si può leggere qui. Quindi due giorni dopo la pubblicazione della foto delle persone in fila.

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp