Quest’orso non sta scavalcando una recinzione tra Bielorussia e Lituania - Facta
TOP

Quest’orso non sta scavalcando una recinzione tra Bielorussia e Lituania

L’articolo è stato modificato il 19 settembre 2022 dopo che un lettore ci ha segnalato un errore. Nella precedente versione avevamo descritto l’animale filmato sulla recinzione come un «orso bruno». Si tratta invece di un orso nero, meglio noto come Baribal, la specie di orso più comune in Nord America. Ci scusiamo con i nostri lettori per l’errore.

Il 30 agosto 2022 su Facebook è stato pubblicato un filmato di 22 secondi che mostra un orso mentre si arrampica su una recinzione di filo spinato e scavalca dall’altro lato. Il video è accompagnato da un commento, scritto dall’autore del post, in cui si legge: «Un orso sabotatore è entrato, dalla Bielorussia, in Lituania!».

Si tratta di un filmato presentato senza il contesto necessario alla sua comprensione, che veicola una notizia falsa.

Il video oggetto della nostra verifica fa riferimento alla recinzione di 508 chilometri costruita a partire dal 2021 dalla Lituania con l’obiettivo di fermare i flussi migratori provenienti dalla Bielorussia, Stato che secondo l’Unione europea strumentalizzerebbe i migranti, fornendo loro visti turistici per aumentare la pressione sui confini europei. Il 29 agosto 2022, la Lituania ha annunciato di aver completato il segmento finale della barriera, calcolandone l’altezza in «circa 4 metri».

La recinzione del video non ha però nulla a che fare con l’Europa. Il filmato è stato originariamente pubblicato il 10 agosto 2022 da un utente americano, che nella didascalia spiega di aver realizzato il contenuto nei pressi della base militare di Tyndall, in Florida. 

Al minuto 00:05 del filmato compare infatti un container che risulta visibile anche nelle fotografie satellitari di Google Street View dedicate alla base di Tyndall. Secondo il sito web della struttura militare, inoltre, Tyndall condivide i confini con una popolazione di orsi neri, specie meglio nota come Baribal.

Lo stesso contenuto è stato verificato anche dai colleghi di Reuters

Clicca qui per iscriverti alla newsletter gratuita di Facta
Ogni sabato mattina riceverai il meglio del nostro lavoro 
 

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp