TOP

Non è vero che un ragazzo di 27 anni è stato «massacrato per divertimento» da un «gruppo di migranti»

Il 19 maggio il sito Notizie Universali ha pubblicato un articolo dal titolo «Gruppo di migranti pesta un 27enne: “Massacrato per divertimento”, ora è costretto a deglutire cibi liquidi.». Nel testo si legge che una donna di Taranto (Puglia) su Facebook avrebbe scritto in un post che il marito sarebbe stato aggredito mentre tornava a casa dal lavoro da un gruppo di immigrati «per puro divertimento».

Questa notizia è stata pubblicata per la prima volta a dicembre 2019 e smentita lo stesso mese dalle indagini delle forze dell’ordine. Andiamo con ordine.

Il post Facebook in cui si denuncia l’accaduto risale al 5 dicembre 2019, come si può verificare qui. La notizia della presunta aggressione era stata ripresa il giorno successivo anche da Il Giornale. Le successive indagini delle forze dell’ordine, anche in base a delle immagini registrate da alcune telecamere di sorveglianza, hanno però rivelato che l’uomo non era stato aggredito ma era accidentalmente caduto a terra dopo aver perso i sensi (qui e qui ). Il Giornale ha successivamente pubblicato un secondo articolo in cui l’aggressione viene smentita.

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp