TOP

Il Comune di Bugliano e la «sperimentazione con #microchip, #5G e #appimmuni»

L’11 giugno 2020 la redazione di Facta ha ricevuto via WhatsApp la richiesta di verificare un’immagine pubblicata su Facebook il 9 giugno. Si tratta di un Tweet comparso lo stesso giorno sull’account «Comune di Bugliano» (@CBugliano) e che riporta un articolo pubblicato il giorno precedente dal sito comunedibugliano.home.blog.

Si legge: «Comincia a Bugliano la sperimentazione con #microchip, #5G, #appimmuni in collaborazione con l’Università di Livorno». Il tweet è accompagnato da due foto che mostrano, rispettivamente, un microchip e il dorso di una mano dove sembra che l’oggetto sia stato inserito.

Questa notizia è stata estrapolata dal suo contesto originale e presa per vera quando invece è nata con un intento puramente satirico.

Tweet pubblicato il 9 giugno 2020 dall’account twitter Comune di Bugliano (@CBugliano)

Il Comune di Bugliano, infatti, non esiste. Si tratta di un account attivo sui social ma che pubblica solo contenuti ironici e satirici, come è possibile verificare qui e qui. Precisiamo che esiste una località di nome Bugliano all’interno del Comune di Barga in provincia di Lucca ma si tratta di una piccola frazione che non ha un proprio Comune e che comunque non ha nulla a che vedere con la notizia oggetto della nostra analisi.

Le due foto utilizzate nel tweet, sono le stesse immagini che compaiono se si cerca su internet la parola «microchip». Si tratta, quindi, di immagini generiche e che non hanno alcun rapporto diretto con il contenuto del tweet. La foto che mostra il microchip risale, almeno, al 2002; di quella che mostra la mano, troviamo invece traccia già nel 2013.

Risultato della ricerca su Google della parola «microchip» (giovedì 11 giugno 2020 ore 11:03)

Infine, per quanto riguarda i contenuti del tweet, rimandiamo i nostri lettori agli articoli pubblicati da Facta sui diversi temi trattati: microchip, 5G e app Immuni.

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp