Non ci sono prove che la «promessa del tennis» Giavazzi sia deceduta a causa del vaccino anti-Covid - Facta
TOP

Non ci sono prove che la «promessa del tennis» Giavazzi sia deceduta a causa del vaccino anti-Covid

Il 15 giugno 2021 su Facebook è stata pubblicata la foto di una ragazza ripresa mentre gioca a tennis accompagnata da un testo. Si legge che la «giovane promessa del tennis» di nome Cloe Giani Giavazzi. Sarebbe deceduta a dodici anni «dopo il vaccino Pfizer».

Si tratta di una notizia che non trova riscontro in nessuna testata nazionale e locale e in nessun comunicato della famiglia. 

Lo scorso 10 giugno diversi siti di informazione hanno pubblicato la notizia che il 9 giugno a Milano una giovane «promessa del tennis» di 12 anni di nome Cloe Giani Giavazzi era deceduta per un malore improvviso (qui, qui, qui, qui e qui). In nessuno degli articoli si sostiene che la ragazza avesse fatto il vaccino anti-Covid. Ricordiamo che in Italia l’estensione della vaccinazione contro la Covid-19 alla fascia di età tra i 12 e 15 anni è stata approvata dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) lo scorso 31 maggio.

La notizia del decesso della giovane è stata data anche dalla pagina Facebook Golarsa Tennis Academy, la scuola di tennis dove Cloe Giani Giavazzi si allenava. Contattata dai colleghi di Reuters Laura Golarsa, ex giocatrice di tennis e fondatrice di Golarsa Academy, ha dichiarato che le notizie secondo cui la giovane avesse ricevuto una dose di vaccino anti-Covid prima del decesso erano «false».

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp