La foto che mostra due imbarcazioni bloccarne una terza è reale, ma non c'entra con i migranti - Facta
TOP

La foto che mostra due imbarcazioni bloccarne una terza è reale, ma non c’entra con i migranti

Aiutaci a migliorare Facta!
Partecipa al nostro breve sondaggio (servono 5 minuti), del tutto anonimo.
Potremo conoscere meglio il nostro pubblico, migliorare quello che facciamo e come lo facciamo.
CLICCA QUI PER INIZIARE

Il 16 luglio su Facebook è stata pubblicata una foto che mostra due imbarcazioni bloccarne una terza. Lo scatto è accompagnato da questo commento, scritto da chi ha pubblicato su Facebook la fotografia: «Marina Australiana: dopo aver intimato l’ALT e non essere stati ascoltati, i due pattugliatori bloccano la nave ONG. Rientrati nel porto più vicino, i clandestini imbarcati in una seconda nave e rispediti al mittente. La nave ONG è stata sequestrata per la demolizione e l’equipaggio arrestato».

Questo contenuto è fuorviante e veicola una notizia falsa.

Immagine pubblicata su Facebook il 16 luglio 2020 – Fuori contesto

L’immagine è reale ma non mostra, come erroneamente sostenuto nel post Facebook oggetto della nostra analisi, due pattugliatori della «marina australiana» bloccare la nave di una Ong con a bordo degli immigrati irregolari.

La foto è in realtà stata scattata il 15 agosto 2012 da Masataka Morita (Associated Press) e mostra un’imbarcazione fermata da due motovedette della guardia costiera giapponese. Alcuni attivisti cinesi e coreani erano scesi dalla nave sull’isola di Uotsuri, una delle isole nel Mar cinese orientale controllate dal Giappone ma rivendicate anche da Cina e Taiwan, come si può verificare qui.

Ti è piaciuto l'articolo?

Comments (28)

  • Carletto

    Grazie, senza di voi non lo avrei mai saputo! 👍👍👍

    reply
    • Grazia Maddaloni

      Ok. Prendo nota. Grazie

      reply
  • Filippo

    Grazie mille x i chiarimenti , in fbk girano parErchie falsità , grazie ancora x il vostro lavoro

    reply
  • Rosanna

    Grazie per la spiegazione dettagliata

    reply
  • pelagatti.luca

    non posso sapere se il post è falso o meno, l’ho solo condiviso

    reply
    • Facta

      Buongiorno Luca,
      non ti preoccupare, può succedere a tutti.

      reply
      • bruno raiano

        HO GUARDATO UNA FOTO DELLE NAVI “ASSALITRICI” E LABANDIERA MOSTRATA A POPPA, SICURAMENTE NON E’ QUELLA GIAPPONESE, ANCHE VOI DATE NOTIZIE FALSE.

        reply
        • Facta

          Buongiorno Bruno,
          come da nostro link a fondo pagina, qui può trovare lo scatto originale.

          reply
        • Stefano

          Tutte le navi hanno un numero identificativo che le identifica. Basta che tu su un qualsiasi motore di ricerca digiti “nave P516” e trovi ampia documentazione suaala nave e sull’accaduto .

          reply
    • Andrea vero

      E hai fatto un gesto da perfetto ignorante

      reply
  • pelagatti.luca

    come posso sapere che il post non è veritiero, l’ho solo condiviso

    reply
    • Facta

      Buongiorno Luca,
      ogni tanto basta fare qualche ricerca prima di condividere e vedere se qualcuno lo ha già verificato.

      reply
  • Biagio

    Ok ho solo condiviso

    reply
    • Andrea vero

      E hai sbagliato, alimentando la rabbia degli ignoranti.
      Prima di fare cretinate, imparate a verificare.

      reply
  • Daniele

    Grazie mille, purtroppo puo’ capitare non potendo verificare piu’ di tanto, grazie di nuovo

    reply
  • Federico

    Grazie per la precisazione.

    reply
  • Gabriella

    A breve abbandonerò facebook

    reply
  • Emilia

    Grazie infinite! Ci aiutate ad andare a fondo alle notizie per non divulgare quelle false..

    reply
  • Alessandro

    Grazie

    reply
  • Anna

    Grazie bisogna sempre smentire le notizie false 👍

    reply
  • Bove Prisco

    Bello sapere che qualcuno controlla.

    reply
  • Franco D'Urso

    Il mio commento si riferiva ai pattugliatori Australiani che comunque fermano e rispediscono indietro tutti coloro che si trovano a bordo di navi non autorizzate, se poi avete aggiunto che erano migranti non saprei. Sono perfettamente d’accordo con loro e non con il nosyro governo che addirittura fanno entrare nantenendo a soldoni gente che non ha una identità nota e quindi clandestini. Finiamola con la scusa di essere buonisti, questo significa favoreggiamento della clandestinità. Questo governo è abusivo e trasgressivo delle leggi in vigore.

    reply
    • Facta

      Buongiorno Franco,
      in questa foto non ci sono pattuglie australiane e non ci sono immigrati a bordo.
      Come abbiamo scritto nell’articolo: «La foto è in realtà stata scattata il 15 agosto 2012 da Masataka Morita (Associated Press) e mostra un’imbarcazione fermata da due motovedette della guardia costiera giapponese. Alcuni attivisti cinesi e coreani erano scesi dalla nave sull’isola di Uotsuri, una delle isole nel Mar cinese orientale controllate dal Giappone ma rivendicate anche da Cina e Taiwan.

      reply
  • Mafalda

    L’importante è la notizia, non la foto. Fate quello che vi pare anche se trovo un sopruso il vostro intervento. Se l’articolo è corredato di foto, che sia un albero, un fiore, una barca, una nave o un cuore, l’imbecille guarda la figurina e la commenta mentre colui che il cervello lo usa percepisce l’articolo. Evidentemente….

    reply
    • Facta

      Buongiorno Mafalda,
      ti riporto il testo del post: «Marina Australiana: dopo aver intimato l’ALT e non essere stati ascoltati, i due pattugliatori bloccano la nave ONG. Rientrati nel porto più vicino, i clandestini imbarcati in una seconda nave e rispediti al mittente. La nave ONG è stata sequestrata per la demolizione e l’equipaggio arrestato».
      La notizia però è falsa.
      L’immagine è reale ma non mostra due pattugliatori della «marina australiana» bloccare la nave di una Ong con a bordo degli immigrati irregolari ma mostra «un’imbarcazione fermata da due motovedette della guardia costiera giapponese. Alcuni attivisti cinesi e coreani erano scesi dalla nave sull’isola di Uotsuri, una delle isole nel Mar cinese orientale controllate dal Giappone ma rivendicate anche da Cina e Taiwan, come si può verificare qui».

      reply
    • FlipFlop

      Mafalda sei il mio genio. Brava

      reply
  • Caterina

    Grazie per l’informazione

    reply
  • Roberto

    La foto effettivamente è relativa a pattugliatori giapponesi che intercettano un’imbarcazione che non rispetta standard di legalità. Nulla toglie però all’azione del governo australiano che strenuamente combatte l’immigrazione clandestina e questa è una notizia incontrovertibile.

    reply

Lascia un commento

× WhatsApp