TOP

No, nel 2014 Bill Gates non ha brevettato il vaccino contro la Covid-19

Martedì 12 maggio la redazione di Facta ha ricevuto diverse segnalazioni che chiedevano di verificare un video, pubblicato il 9 maggio 2020 su un canale personale YouTube creato nel luglio 2013, dal titolo: «Inchiodato Bill Gates, 2014 brevetta vaccino Cov19».

Si tratta della traduzione italiana di un filmato più volte rimosso dal team di moderazione di YouTube – in ottemperanza alla nuova politica della piattaforma di eliminare i video «privi di fondamento medico» – nel quale un uomo che si identifica come «il dottor Rashid Buttar» promette (minuto 0:03) di «mostrare i brevetti reali che smascherano il Coronavirus». Il video contiene anche la testimonianza di un medico, che rimane anonimo, secondo cui per uccidere il virus (minuto 1:03) basterebbe «bere acqua calda» alla temperatura di 18 gradi (probabilmente celsius), «assumere vitamina C» ed «esporsi al sole».

La tesi principale contenuta nel video (se ne parla dal minuto 1:48) è che il vaccino contro il virus Sars-Cov-2 sarebbe già stato brevettato, addirittura in due diverse occasioni. La prima negli Stati Uniti, nel 2006, da una società chiamata Chiron Group che ha poi venduto il brevetto alla casa farmaceutica Gks (GlaxoSmithKline) e la seconda volta in Europa.

Questo secondo caso sarebbe ancora più interessante, secondo Rashid Buttar, perché sebbene la pratica di brevetto sia iniziata nel 2014, questo è stato concesso a novembre 2019 (pochi mesi prima del focolaio di Wuhan) al Pirbright Institute, finanziato dalla Bill and Melinda Gates Foundation. 

Il video contiene numerose notizie false. 

Andiamo con ordine e partiamo dalla teoria esposta dal medico rimasto anonimo, secondo cui il virus morirebbe ad una temperatura superiore ai 18 gradi celsius. Come abbiamo già scritto in passato, al momento non ne abbiamo in realtà nessuna certezza.

L’informazione è stata smentita dall’Organizzazione mondiale della sanità che sul suo sito ufficiale spiega che «si può contrarre il Coronavirus indipendentemente da quanto soleggiata e calda sia la giornata. Paesi con temperature calde hanno riportato casi di Covid-19». 

Inoltre, come spiegato in un report aggiornato al 12 maggio 2020 dal Center for disease control and prevention (Cdc) – l’agenzia per il controllo delle malattie infettive del governo americano – la comunità scientifica non è oggi ancora in grado di stabilire quale sia la temperatura in grado di rendere il virus inattivo. Quando ci riuscirà, comunque, sarà una temperatura riferita a condizioni esterne, dal momento che la temperatura corporea media dell’uomo di aggira sui 37 gradi.

Per quanto riguarda l’assunzione della vitamina C, Facta ha già trattato l’argomento, spiegando come la notizia fosse stata smentita da Andrea Gori, direttore Malattie infettive presso il Policlinico di Milano, che l’11 marzo aveva dichiarato ad Adnkronos: «nessuna vitamina C, nessuna terapia con integratori. In questo momento non esiste una profilassi efficace per il coronavirus».

Passiamo ora alla parte del video riguardante i brevetti. Quelli citati dal dottor Buttar – che la versione americana di Huffington Post identifica in un articolo aggiornato l’8 maggio scorso come «un osteopata largamente screditato» – sono omologati con i codici alfanumerici «US2006257852» e «EP3172319A1».

Ogni codice è univocamente collegato ad una richiesta di brevetto, che tutela i diritti di sfruttamento di un’invenzione o di una scoperta, in questo caso di un vaccino. Proprio come spiegato nel video, i due brevetti in questione sono stati registrati rispettivamente da Chiron Corporation nel 2006 e dal Pirbright Institute nel 2014.

Chiron è stata una multinazionale californiana, tra i più grandi produttori di vaccini al mondo fino al 2006, anno in cui fu acquisita da Novartis, che si è occupata di vendere i brevetti dei vaccini a Sgk. Il Pirbright Institute è invece un centro di ricerca inglese dedito allo studio delle malattie infettive e finanziato sia dal governo inglese che dalla fondazione di Bill e Melinda Gates. I brevetti a cui si fa riferimento nel video non hanno però nulla a che vedere con dei presunti vaccini contro la Covid-19 (causata dal virus Sars-Cov-2), al tempo sconosciuto, ma si tratta di brevetti relativi alla Sars, causata dal virus Sars-Cov (o Sars-Cov-1). 

Questa informazione è contenuta all’interno degli stessi brevetti, liberamente accessibili. In entrambi i casi la dicitura riportata è quella corrispondente al virus della Sars, la sindrome respiratoria acuta che ha generato l’epidemia del 2003.

Ricordiamo ancora una volta che ad oggi non esiste un vaccino contro il nuovo coronavirus (Sars-Cov-2), nonostante diversi prototipi stiano affrontando la fase sperimentale.

Ti è piaciuto l'articolo?

Comments (39)

  • Serenella Sarti

    Il virus in quanto virus ha bisogno per vivere e riprodursi di un organismo ospite, in questo caso l’uomo, che ha una temperatura di circa 37 gradi…la morte del virus esternamente dall’ospite avviene a circa 24/26 gradi… Questo è acclarato

    reply
  • Grazia

    Si mi e’puaciuto grazie x avetmi detto cose che nn sapevo.staro’piu’attenta a cio che leggo e chr condividero’in futuro.

    reply
  • Gaspare

    Come fare a capire se è una fake news, non è facile destreggiarsi su queste notizie, poi PERCHE’NON c’è un filtro ed ha libertà di girare??

    reply
    • Facta

      Cerchiamo di verificare, quando possibile, quanto viene detto e a quali tesi si faccia riferimento.

      reply
    • Luigi

      Perché nella nostra società europea non esiste la censura che imperversa in Russia ed in altri sistemi; e quindi ciascun lettore adulto ed alfabetizzato è in grado, se lo desidera, di verificare le informazioni, and esempio andando fino alle fonti delle ‘notizie’, confrontandole con altre fonti ed esplorando un minimo i profili che fanno circolare le bufale, i quali sono in genere intestati a falsi titolari, senza biografia né attività. Tutto ciò è facile, rapido ed efficace. E ci evita spesso le figuracce, inevitabili quando si clicca ‘like’, ‘condividi’, etc seguendo l’istinto.

      reply
    • Buongiorno 46

      io mi affido al web, di cui YouTube e solo con alcuni persone oggi veramente fidabili e saggi, per quello che c’è riportato qui, non so quando vale credere, approfondire personalmente e meglio 😉

      reply
  • Lorenzo Barbacovi

    SARS CoV non è SARS CoV2……

    reply
    • Facta

      Si, sono due virus diversi.
      I brevetti attualmente esistenti sono per la Sars, causata dal virus Sars-Cov (o Sars-Cov-1) mentre NON ci sono contro la Covid-19, causata dal virus Sars-Cov-2.

      reply
      • Micky

        Ho cercato su Google e non esiste nessun Vaccino Per la Sars, quindi trovo più facce news la segnalazione che il video stesso

        reply
  • Damiano Cau

    Xché nn li bloccate voi di Facebook,è normale ché sé io leggo un articolo così lo condivido con le mie amicizie..Voi dovete bloccare le falsita prima,nn dopo condiviso..👍

    reply
    • Facta

      Il nostro compito è verificare la notizia, non censurare.
      Il nostro consiglio, prima di condividere, cercare di verificare i contenuti.

      reply
  • Vilma

    Amici di FACTA come faccio a sapere se anche voi non siete veraci , basta mettere il nome di Bill Gates in qualsiasi articolo che non parla bebé di lui per fare si che tutto sia una fake news e non mi sembra giusto.

    reply
    • Facta

      Buongiorno Vilma,
      nell’articolo che abbiamo pubblicato abbiamo inserito link e riferimenti a dimostrazione di quanto stiamo dichiarando.
      Non è tutto fake news, ma dichiarare che Gates ha brevettato il vaccino per la Covi-19 è sbagliato.

      reply
  • Alda vecchi

    Non sapevo che era una fake mi scuso

    reply
    • Facta

      Buongiorno Alda,
      non c’è bisogno di scusarsi, può succedere a tutti! 😉

      reply
  • william mori

    Vedremo presto chi ha ragione e chi ha torto. Non dico altro, anzi si…ricordo il trattamento subito dal prof. DiBella 20anni fa. La sanità italiana lo dipinse come uno stregone, quindi non mi stupisco di certe prese di posizione verso chi rema contro. Tra l’altro stanno uscendo altre teorie sulla vitamina C, ma sono a costo zero, quindi non attendibili.

    William

    reply
    • Facta

      Buongiorno William,
      potresti dirci dove hai trovato le altre teorie sulla vitamina C, così da permetterci di leggerle?

      Grazie

      reply
  • Paolo

    Beh vorrei proprio vedere chi brevetta il virus Sars-Cov2 Covid-19……..

    reply
    • Facta

      Non si brevetta un virus ma il vaccino…

      reply
  • Paolo Fiorenzo Perazzoli

    Avete detto che ciò che afferma il dottor Buttar non è vero….ma ad esempio ciò che scrivete…..L’informazione è stata smentita dall’Organizzazione mondiale della sanità che sul suo sito ufficiale spiega che «si può contrarre il Coronavirus indipendentemente da quanto soleggiata e calda sia la giornata. Paesi con temperature calde hanno riportato casi di Covid-19»…..è tutto ancora da confermare come cercherà di dimostrare uno studio clinico internazionale in cui c’è il nostro dr. Pasquale Bacco. Quindi sostenere o smentire qualcosa di presunto o supposto senza averne la conferma non è ugualmente corretto e non è sufficiente che lo affermi l’OMS. Se lo afferma ne dia anche le prove….che al momento non può avere. Grazie

    reply
  • maurizio pulazza

    Non essendo giornalista, né medico, né investigatore non posso sapere che quello che condivido sia falso come dite voi…. ne prendo atto e voglio fidarmi, buona giornata.

    reply
    • Facta

      Buongiorno Maurizio,
      grazie a te!

      reply
  • Paola provvidenti

    Gentili signori ho trovato davvero poco rispettoso il vostro intervento con la segnalazione della vostra verifica. Sono stati postati molti articoli privi di fondamento. Come tutti si legge di tuto e poi si fa la tara di ciò che ha un senso ed è coerente da ciò che non lo è. Non siamo bambini idioti.
    Nessuno si è mai sognato di fare una segnalazione come in questo cado è anche su notizie decisamente più importanti.
    Diciamo che dei medici non ve ne importa nulla ma di bill gates che cerca di proteggere in modo capillare il suo nome decisamente si.
    Se prima pensavo che il post fosse una banale distorsione della realtà, ma che comunque mi interessava perché amo ascoltare tutti i pareri anche quelli che non condivido, ora ho una pessima opinione del sig Bill gates pet Questa capillare verifica.
    Saluti
    Paola

    reply
    • Facta

      Buongiorno Paola,
      siamo davvero felici di sapere che lei non si lascia fregare dalle notizie false che circolano, purtroppo però tantissime persone cadono nella trappola e le notizie continuano ad essere condivise, anche quando sono false.
      Perchè non dovrebbe importarci dei medici? Noi ci limitiamo a verificare le notizie che ci vengono segnalate, come nel caso della registrazione (mai avvenuta) per il vaccino con la Covid-19

      reply
  • Alberto Piva

    Ringrazio per la segnalazione, preciso che non ho dato una notizia falsa, ho condiviso un articolo, non mio, pubblicato su Facebook. Non ritengo attuabile un controllo accurato di tutte le notizie in circolazione. Molte notizie diffuse ufficialmente anche a voce di autonominati esperti risultano false o politicamente tendenziose, per cui quando si trovano punti di vista diversi che potrebbero portare a giustificare fatti non comprensibili attirano l’attenzione a chi non assorbe passivamente quanto passa il convento.
    Vedrò di indagare di più per quanto mi sarà possibile.

    reply
  • Ardea

    Come si fa a riconoscere le notizie false a quelle vere ? Posso cancellare ? Grazie

    reply
    • Facta

      Buongiorno Ardea,
      ogni tanto è difficile individuarle, se hai dei dubbi puoi segnalarcele via whatsapp al numero 3456022504

      reply
  • laura

    grazie, mi capita per indignazione di cadere in qualche notizia sbagliata e di divulgarla senza aver ven controllato.
    Grazie dell’attenzione.

    reply
    • Facta

      Buongiorno Laura,
      Può capitare a tutti 😉

      reply
  • Alde

    Potrei sapere perché si brevettano dei virus?? Il motivo che spinge a studiare e modificare e brevettare dei virus? A cosa dovrebbero servire i brevetti dei virus? Giusto per capire. Perché qui il problema si sposta sul fatto che non sia vera la notizia. Ma di fondo il problema è PERCHÉ BREVETTANO VIRUS?
    Aperto una riposta grazie.

    reply
    • Facta

      Buongiorno Alde,
      Non si brevettano i virus, si brevettano i vaccini.

      reply
    • Luigi

      Ha preso un buon caffé forte? Si svegli!

      reply
      • Luigi

        Signor Luigi (mio omonimo), forse possiamo evitare commenti sprezzanti, che dice?

        reply
    • Luigi

      Dall’abstract: “The invention relates to nucleic acids and proteins from tre SARS..”
      Potrebbe far pensare che l'”invenzione” sia un modo per rendere brevettabile una “scoperta”. Se scopro un nuovo pianeta o un nuovo elemento chimico non posso brevettarlo, nel senso che per essere “usato” da qualcuno bisogna chiedere a me.
      In questo caso, l’invenzione sembra necessitare della scoperta di acido nucleico e proteine del virus della SARS, quindi non è così inappropriato (nè illogico) “brevettare” parti di virus all’interno di una cura.

      reply
  • Barbara

    In realtà il video non parla di un vaccino per il Covid-19 ma parla di brevetti per il Coronavirus sostenendo che la ricerca per questo tipo di virus è iniziata parecchi anni fa. Perciò ritengo che non si dovrebbe catalogarla come fake news perchè la realtà è che i brevetti per il Coronavirus ci sono e si possono vedere in internet digitando i numeri indicati sul video. Brevetti per CORONAVIRUS non COVID-19

    reply
    • Facta

      Buongiorno Barbara,
      Come hai scritto anche tu si tratta di Brevetti per CORONAVIRUS non COVID-19.

      reply
  • Fabio

    Scusate la mia ignoranza ma inizialmente era Coronavirus poi è stato battezzato Covid 19
    Mi spiegate quale sia la differenza?
    Grazie

    reply
    • Facta

      Buongiorno Fabio,
      I coronavirus (CoV) sono un’ampia famiglia di virus respiratori che possono causare malattie da lievi a moderate, dal comune raffreddore a sindromi respiratorie come la MERS (sindrome respiratoria mediorientale) e la SARS (sindrome respiratoria acuta grave). Sono chiamati così per le punte a forma di corona che sono presenti sulla loro superficie.

      SARS-CoV-2
      Il 9 gennaio 2020 l’OMS ha dichiarato che le autorità sanitarie cinesi hanno individuato un nuovo ceppo di coronavirus mai identificato prima nell’uomo, provvisoriamente chiamato 2019-nCoV e classificato in seguito ufficialmente con il nome di SARS-CoV-2. Il virus è associato a un focolaio di casi di polmonite registrati a partire dal 31 dicembre 2019 nella città di Wuhan, nella Cina centrale. L’11 febbraio, l’OMS ha annunciato che la malattia respiratoria causata dal nuovo coronavirus è stata chiamata COVID-19 (Corona Virus Disease).
      Esempi di Coronavirus umani
      MERS-CoV (il coronavirus beta che causa la Middle East respiratory syndrome)
      SARS-CoV (il coronavirus beta che causa la Severe acute respiratory syndrome)
      SARS-CoV-2 (il coronavirus che che causa la COVID-19)

      Le informazioni arrivano dal sito dell’Istituto Superiore di Sanità

      reply

Lascia un commento

× WhatsApp