Di Maio non ha risposto con un silenzio imbarazzato ad una domanda sui flussi migratori - Facta
TOP

Di Maio non ha risposto con un silenzio imbarazzato ad una domanda sui flussi migratori

Il 16 giugno 2022 su Twitter è stato pubblicato un filmato di 57 secondi che mostra un’intervista del giornalista David Parenzo al ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Parenzo chiede a Di Maio se «la crisi afghana porterà nuovi migranti nel nostro Paese» e il ministro sembra rispondere con un lungo silenzio imbarazzato, intervallato da alcuni primi piani sui volti del conduttore Diego Bianchi e della giornalista Concita De Gregorio. Dopo alcuni secondi, Parenzo riprende la parola per incalzare Di Maio chiedendo «il ministro Di Maio che dice?».

Il video è accompagnato da un testo, scritto dall’autore del tweet, in cui si legge: «La risposta di Giggino. da vedere».

Si tratta di un contenuto satirico presentato senza il contesto necessario alla sua comprensione, che veicola una notizia falsa.

Il filmato mostra un’intervista trasmessa durante il programma di La7 In Onda del 7 settembre 2021. Come si può verificare qui dal minuto 1:40, Di Maio non ha fatto scena muta, ma ha risposto a Parenzo spiegando che «sulla migrazione la situazione è sotto controllo, sia alla frontiera tagika che alla frontiera pakistana non ci sono pressioni notevoli». 

Il silenzio imbarazzato di Di Maio è in realtà il frutto di un montaggio video effettuato dalla trasmissione di La7 Propaganda Live e mandato in onda nella puntata del 10 settembre 2021. Guardando l’episodio completo (qui dal minuto 1:34:12) si può notare come la trasmissione avesse chiaramente sottolineato la natura umoristica del contenuto.

In passato ci eravamo già occupati di contenuti simili riguardanti Matteo Salvini e Giorgia Meloni, le cui interviste erano state montate da Propaganda Live e poi ricondivise sul web fuori contesto.

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp