Questo numero di Focus su «l'influenza killer» è vero, ma si riferisce all'influenza aviaria del 2005 - Facta
TOP

Questo numero di Focus su «l’influenza killer» è vero, ma si riferisce all’influenza aviaria del 2005

Mercoledì 15 aprile la redazione di Facta ha ricevuto via WhatsApp la richiesta di verificare l’esistenza di un numero cartaceo del mensile scientifico Focus, risalente al 2005, dedicato all’arrivo di un nuovo virus definito «l’influenza killer», che secondo la copertina del magazine «viene dagli uccelli», «in Asia ha già ucciso» e «sta imparando a passare da uomo a uomo».

L’immagine è stata diffusa il 7 aprile su Facebook e condivisa con toni complottisti in relazione ad un presunto precedente dell’emergenza sanitaria attualmente in corso. 

La copertina è reale ma non ha nulla a che fare con il Covid-19.

Il numero di Focus la cui copertina è diventata recentemente virale risale all’ottobre 2005 ed è dedicato al virus H5N1, la cosiddetta «influenza aviaria», presente in Asia fin dal 2003 (dove aveva ucciso 66 persone tra Vietnam, Thailandia, Cambogia e Indonesia), ma entrata nel dibattito pubblico italiano a luglio del 2005, con l’allarme degli scienziati per una possibile trasmissione da uomo a uomo.


Il virus, altamente patogeno, fino al 2007 ha contagiato in tutto 300 persone, provocando oltre 200 morti, senza mai comunque diventare una pandemia.

Ti è piaciuto l'articolo?

Comments (5)

  • Michele

    Ho quella rivista , si parla della aviaria certo , ma scrivono che quel virus potrebbe avere delle mutazioni nel tempo e trasformarsi in un super virus letale con le stesse conseguenze del covid vale a dire polmonite , poi parla anche delle vaccinazione . Quindi se nel 2005 prevedevano certe cose ,io come molti altri mi chiedo : ma la scienza cosa ha fatto in questi 15 anni ?

    reply
    • Facta

      Buongiorno Michele, la diffusione di virus è normale, una pandemia decisamente meno. Non tutti i virus sono violenti come Sars-Cov2 e la mutazione fa parte della sua stessa Natura, è per questo che meno vengono fatti girare e meglio è, da qui l’importanza delle vaccinazioni.

      reply
  • Mike

    Quindi è importante vaccinare anche di fronte all’insorgenza di varianti per le quali il siero iniettato ieri non sarà più valido dopodomani e ne servirà così un altro modificato?

    reply
    • Facta

      Buongiorno Mike, proprio è per evitare che nascano delle nuove varianti che il virus va fatto circolare il meno possibile che è importante vaccinare più persone possibile nel minor tempo possibile.

      reply
  • Mauro

    Mi sembra che chi ha commentato non possa essere considerato un complottista.

    reply

Lascia un commento

× WhatsApp