L’Avis non ha trovato dei coaguli nel sangue dei vaccinati contro la Covid-19 - Facta
TOP

L’Avis non ha trovato dei coaguli nel sangue dei vaccinati contro la Covid-19

L’11 gennaio 2023 la redazione di Facta.news ha ricevuto una segnalazione che chiedeva di verificare un video pubblicato il giorno precedente su TikTok, in cui l’attore italiano Enrico Montesano afferma che nel sangue delle persone vaccinate contro la Covid-19 sarebbero stati trovati dei coaguli.

Più precisamente, nel filmato Montesano afferma che una persona con una «mansione abbastanza elevata di responsabilità» all’interno dell’Associazione volontari italiani del sangue (Avis), avrebbe riportato che l’associazione ha dovuto buttare diverse sacche di sangue donate da persone vaccinate contro la Covid-19 in quanto erano presenti dei coaguli.

Si tratta di una notizia infondata. Vediamo perché. 

Il video originale era stato diffuso dall’attore nel giugno 2021 ed era immediatamente stato smentito dall’Avis attraverso una nota pubblica. Il 20 giugno 2021 il medico e presidente di Avis Nazionale, Gianpietro Briola aveva chiarito che «donare il sangue dopo aver ricevuto il vaccino contro il Covid non comporta alcun rischio né per il donatore stesso né per i pazienti a cui trasfonderlo».

Inoltre, Briola aveva aggiunto che, scientificamente parlando, «il plasma dei donatori vaccinati o convalescenti, ricco di anticorpi, potrà risultare una fonte primaria per l’estrazione di immunoglobuline, farmaco utile alla terapia e per la prevenzione dell’infezione da Covid».

Come avevamo già spiegato su Facta.news, nello stesso periodo anche il Centro nazionale sangue del ministero della Salute aveva chiarito che «le persone vaccinate possono tranquillamente donare il sangue», aggiungendo che le sacche prelevate da chi è immunizzato sono state utilizzate per le trasfusioni senza alcuna differenza con le altre. 

Su Facta.news ci eravamo occupati anche di una notizia falsa sulla Croce rossa americana e la donazione di sangue da parte delle persone vaccinate.

Aiuta facta.news a combattere la disinformazione, segnala i contenuti sospetti via WhatsApp al numero 342-1829 843 oppure clicca qui. Insieme renderemo Internet un posto più sicuro! 

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp