Questa non è una foto delle celebrità «morte improvvisamente» nel 2022 - Facta
TOP

Questa non è una foto delle celebrità «morte improvvisamente» nel 2022

L’11 dicembre è stata pubblicata su Twitter un foto che mostra un gruppo di celebrità e alcuni oggetti in primo piano. Il tweet è accompagnato da questo commento: «Celebrità morte IMPROVVISAMENTE nel 2022 per #NessunaCorrelazione Pensate al resto del Globo….». Secondo quanto scritto su Twitter e Facebook, la morte di tutte le celebrità mostrate nell’immagine sarebbe collegata alla vaccinazione contro la Covid-19. Inoltre, le espressioni «senza alcuna correlazione» e «nessuna correlazione» sono spesso utilizzate nella narrazione antivaccinista per diffondere disinformazione sui vaccini contro la Covid-19.

La foto oggetto della nostra analisi è circolata senza il contesto necessario alla sua comprensione e veicola una notizia falsa. 

Innanzitutto, precisiamo che la foto originale è stata pubblicata su Instagram il 2 dicembre 2022 dall’artista britannico Chris Barker e fa parte di un suo progetto annuale di collage in cui vengono inserite le foto di diverse celebrità che sono decedute in quell’anno. Barker, infatti, aveva condiviso delle foto simili ogni anno a partire dal 2016.

Nella descrizione della foto condivisa il 2 dicembre 2022 si legge: «#sgtpepper20q22» in quanto il fotomontaggio è ispirato alla copertina dell’album dei Beatles del 1967 “Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band”, che mostra un collage di celebrità simbolo per i componenti del gruppo musicale. 

Barker ha pubblicato un’altra foto su Instagram il 10 dicembre aggiungendo alcune persone rispetto alla foto precedente e descrivendola come «#sgtpepper2022 update». Lo stesso autore aveva condiviso su Twitter anche la lista delle 151 persone che compaiono nell’immagine.

Contrariamente a quanto affermato nel post oggetto della nostra analisi, non si tratta di una lista di persone «morte improvvisamente» e il cui decesso è riconducibile alla vaccinazione anti-Covid. Nel collage, infatti, appaiono figure come l’ex primo ministro giapponese Shinzo Abe, colpito a morte lo scorso 8 luglio durante un evento elettorale, il presentatore dell’emittente britannica Bbc Bill Turnbull, deceduto dopo una lunga battaglia contro il cancro e l’attrice e cantante Olivia Newton-John, che nel 2018 aveva dichiarato di combattere il cancro per la terza volta. Inoltre, tra i 151 soggetti sono inserite celebrità come Internet Explorer, un browser Web ritirato ufficialmente il 15 giugno 2022 da Microsoft.  

La redazione di Facta ha verificato in maniera indipendente che nessuna delle persone citate nell’immagine è stata dichiarata deceduta a causa del vaccino. 

Infine, come hanno precisato i Centres for disease control and prevention (Cdc), agenzia federale incaricata di controllare la sanità pubblica degli Stati Uniti che gestisce il sistema di sorveglianza passiva Vaers in collaborazione con la Food and drug administration (Fda), le segnalazioni di decesso dopo la vaccinazione anti-Covid sono rare. Secondo quanto riportato dai Cdc, tra il 14 dicembre 2020 al 14 dicembre 2022 negli Stati Uniti sono state somministrate più di 660 milioni di dosi di vaccino contro la Covid-19 e nello stesso periodo sono stati identificati nove decessi causalmente associati al vaccino Janssen.

Aiuta facta.news a combattere la disinformazione, segnala i contenuti sospetti via WhatsApp al numero 342-1829 843 oppure clicca qui
Insieme renderemo Internet un posto più sicuro!

Ti è piaciuto l'articolo?

Lascia un commento

× WhatsApp